Un po' bassini ma si fa quel che si puo'

Voucher per l’internazionalizzazione delle piccole medie imprese italiane

Nell’ottica del sostegno all’internazionalizzazione delle imprese nostrane promossa dal MISE, il 22 settembre dello scorso anno è stato possibile presentare domanda per l’ottenimento di voucher a fondo perduto fino a 10.000 Euro.

Dopo questa prima fase, che ha visto lo stanziamento di 10.000.000 Euro, è prevista una  seconda tranche di finanziamento per un importo complessivo di 9 milioni di euro, così strutturata:
•    per le imprese che presentano per la prima volta domanda di partecipazione: voucher di Euro 10.000 con una quota di cofinanziamento da parte dell’impresa beneficiaria di almeno Euro 3.000;
•    per le imprese ammesse alla prima Tranche che intendono fare nuovamente ricorso all’agevolazione: voucher di Euro 8.000 con una quota di cofinanziamento da parte dell’impresa beneficiaria di almeno Euro 5.000

SOGGETTI BENEFICIARI: PMI SINGOLE CON SEDE OPERATIVA SUL TERRITORIO NAZIONALE E COSTITUITE IN FORMA DI SOCIETA’ DI CAPITALI, E RETI DI IMPRESA dotate dei seguenti requisiti:

•    iscritte alla e attive al Registro Imprese  alla data di presentazione della domanda
•    Fatturato pari o superiore a 500.000 € risultante dall’ultimo bilancio approvato al momento della presentazione della domanda. Tale requisito non è richiesto per le startup innovative

Sono considerate ammissibili, le spese per il costo di un  temporary export manager qualificato che operi per almeno 6 mesi nell’ambito di un progetto di internazionalizzazione dell’impresa beneficiari

Fonte: ufficio stampa MISE

I commenti sono chiusi.