Vietato andare short nella borsa italiana dice la Consob

La Consob ha deciso oggi, prima dell’apertura delle contrattazioni odierne “il divieto di assumere posizioni nette corte ovvero incrementare posizioni nette corte esistenti, anche intraday, in relazione al capitale degli emittenti del settore finanziario”.

Il tutto tra l’altro coordinato con altre autorita’ europee, in particolare quelle di Francia, Spagna e Belgio.

In Francia l’ Autorité des marchés financiers (Amf) ha annunciato già ieri sera il blocco delle vendite allo scoperto sul comparto bancario-assicurativo. Provvedimento che interesserà colossi del calibro di Axa, BNP Paribas, Natixis, Societe Generale. Stessa azione messa in campo in Spagna dalla Comisión Nacional del Mercado de Valores (Cnmv) che coinvolgerà, tra gli altri, Bbva, Banco Popular, Banco Sabadell e il Banco Santander. Questa mattina, oltre alla Consob italiana, è arrivato l’annuncio della Financial Services and Markets Authority (Fsma), l’Authority che vigila il mercato belga.

Il nostro commento? Non c’e’ problema, in Borsa la dote principale e’ sapere portare pazienza. Si andra’, probabilmente, short sugli stessi titoli la prima settimana di settembre :)

Anche se, aggiungiamo, e’ probabile che per allora ci saranno occasioni molto migliori per andare short dei gia’ massacrati titoli bancari. Soprattutto se il rally dei mercati Usa ci portera’ attorno a quota 11.000 per il Dow e 1.250 per l’indice Spx, come appare perlomeno probabile.

Per saperne di piu', potete inviarci una email a contatto@consulenza-finanziaria.it oppure mandarci un messaggio tramite Facebook 

FB Messenger