Una settimana inutile in Borsa nostro commento giornata del 4 Novembre 2011

Cari lettori,

cos’altro aggiungere al titolo? Una settimana interlocutoria partita bene e poi tutta spesa a recuperare il crollo di martedi’ 1.

L’Europa non sembra capire bene cosa fare per risolvere il problema delle sue banche piene di debiti, anche se prima o poi e’ evidente che una soluzione verra’ trovata. Come sempre pero’ in Borsa le tempistiche sono fondamentali e prima di trovare il giusto rimedio ai problemi potrebbero verificarsi ulteriori significativi crolli al valore dei titoli.

Il rally natalizio di Wall Street, che sembrava avere preso un po’ di sprint negli ultimi due giorni, mostra gia’ la corda, anche se noi per primi non sottovalutiamo certo il desiderio di tutti i partecipanti al mercato di chiudere l’anno con dei guadagni.

Noi, come detto ripetutamente, ancora non saliamo sulla barca del rally. Le nostre posizioni rimangono short: argento (aumentata oggi), indici (Dow Jones e Spx), e mercato immobiliare.

Sempre long sull’uranio, nonostante tutte le terribili notizie sulla catastrofe in Giappone che solo adesso si mostrano in tutta la loro enormita’. Cio’ nonostante, il mondo ha bisogno di energia e l’energia atomica ne fornisce una parte che potra’ essere difficilmente sostituita nei prossimi 10 – 20 anni.

Null’altro da aggiungere per questa settimana, Lunedi’ e’ un altro giorno e molto dipendera’ dalle notizie sulla Grecia che arriveranno durante il weekend.

Per saperne di piu', potete inviarci una email a contatto@consulenza-finanziaria.it oppure mandarci un messaggio tramite Facebook 

FB Messenger