Un titolo da tenere d’occhio per il futuro: compagnia mineraria sulla Luna

Non so quando accadra’, ma prima o poi qualcuno trovera’ il modo di mandare un razzo sulla Luna che riesca a scavare e a riportare indietro sulla Terra le enormi risorse minerarie che sono presenti con certezza sul nostro satellite.

E quel qualcuno, probabilmente il signor Naveen Jain di cui si parla nell’articolo seguente, sara’ il protagonista di una IPO che battera’ ogni record, altro che Facebook ūüôā

Dove cercare nuove risorse naturali, al di fuori della Terra? Molti multimiliardari guardano in s√Ļ, verso lo spazio. Prendiamo ad esempio Naveen Jain, che ha fatto fortuna¬†alla Microsoft e con start-up successive che si sono occupate di tecnologia. La societ√† di Jain, la Moon Express,¬†Inc., ha gi√†¬†ricevuto¬†10 milioni di dollari¬†dalla NASA per stabilire una¬†miniera¬†sulla superficie lunare¬†entro un paio di¬†anni. I progetti spaziali conoscono una nuova fase di splendore.

Lo spirito imprenditoriale guarda nuovamente allo spazio, creando una nuova ondata di interesse che profuma di passato. Notiamo questa imprenditorialità in progetti come SpaceX, costruttore di capsule e razzi di alto profilo della California, fondata nel 2002 Elon Musk. Si vede anche nella frotta di spacelines suborbitali, tra le quali la Virgin Galactic di Richard Branson, la XCOR Aerospace di Jeff Greason, la Blu Origin di Jeff Bezos, la Armadillo Aerospace di John Carmack, e la Masten Space Systems di Dave Masten.

MOON EXPRESS ‚Äď Poi c‚Äô√® Bob¬†Bigelow con la sua Bigelow¬†Aerospace,¬†creatore¬†di habitat privati nello spazio, ma gli esempi sono ancora molti. Questo tipo di societ√† sta creando la fantascienza, ma¬†con l‚Äôocchio¬†attento di¬†uomini d‚Äôaffari che lavorano per restituire profitti agli investitori. ¬†Inoltre, mentre¬†alcune delle¬†aziende¬†sopra descritte sono¬†start-up¬†o ‚Äúgarage band‚ÄĚ, con un investimento modesto¬†e una manciata di¬†dipendenti, altre realt√† hanno 3.000 dipendenti¬†gi√†¬†al lavoro. In questo contesto si inserisce l‚Äôesperienza di Jain con la sua Moon Express, un mare di soldi da utilizzare e un‚Äôidea: creare miniere sulla Luna per estrarre le risorse che ormai scarseggiano sul nostro pianeta.

PERCH√ą LA LUNA? – √ą ricca di metalli preziosi¬†e di potenziali fonti di¬†energia. Si stima che la Luna sia ricca‚ÄĚdi titanio e di platino 20 volte pi√Ļ che sulla Terra‚ÄĚ, spiega Tibi¬†Pulu¬†di¬†ZME¬†Scienza.¬†Inoltre,¬†ha qualcosa che sulla Terra non si trova: l‚Äôelio 3, un isotopo¬†raro ‚Äúinesistente¬†sul nostro pianeta,¬†che per molti potrebbe costituire il¬†futuro dell‚Äôenergia¬†sulla Terra e nello¬†spazio‚ÄĚ. Jain spiega che la Luna non √® mai stata esplorata dal punto di vista imprenditoriale.

LA VELA SOLARE – La parte difficile √® costituita dal viaggio, ma una volta arrivati, raccogliere i materiali e riportarli sulla Terra sarebbe semplice: Jain suggerisce l‚Äôutilizzo di una ‚Äúvela solare‚ÄĚ che funziona come uno specchio, spinga nello spazio dall‚Äôenergia solare che vi si riflette contro. La¬†Moon Express potrebbe iniziare a lavorare al progetto gi√† nel 2013.

Secondo Jain la parte pi√Ļ costosa, ovvero raggiungere¬†la Luna, pu√≤ essere fatto¬†per meno di cento milioni di dollari; ‚Äúuna miseria‚ÄĚ, dice.¬†‚ÄĚC‚Äô√®¬†un‚Äôenorme quantit√†¬†di sprechi a livello governativo. Con il programma spaziale Shuttle della NASA chiuso, le imprese private possono¬†fare le cose¬†meglio‚ÄĚ.

Da Giornalettismo.com