Titoli di stato francesi OAT sono il prossimo bersaglio della speculazione finanziaria internazionale

E, diciamolo apertamente cari lettori (a proposito, oggi 5 agosto ci avete seguito in tantissimi, grazie) come mossa ci pare anche abbastanza ovvia.

Grecia, Irlanda, Portogallo sono stati semplici prove che hanno richiesto poco impegno e sono state annientate semplicemente.

La Spagna si potrebbe annientare in due giorni ma li’ Zapatero ha giocato di anticipo dimettendosi e obbligando il paese alle elezioni anticipate. E a quanto pare e’ bastato.

L’Italia e’ stata l’ultima prova. Siamo in ginocchio e un ultimo scossone farebbe superare ai nostri BTP quella soglia del 7 per cento che sarebbe insostenibile che ci obbligherebbe a misure sul modello di quelle attuate in Grecia.

Ma se si vuole veramente distruggere l’Euro e obbligare la Germania a gettare la spugna, beh, e’ ovvio che il bersaglio finale puo’ essere solo la Francia. Rompere l’asse franco-tedesco, che fin’ora bisogna dire ha tenuto egregiamente (salvo che sulla questione libica, ma soprassediamo), significa distruggere l’Euro come e’ adesso e obbligare la Germania ad accettare un Euro-1 per gli stati delle sua cerchia economica e un Euro-2, tendenzialmente piu’ debole, per gli stati periferici che farebbero da periferia dell’Europa.

E’ questo il futuro che che ci aspetta? Fatevi sentire nei nostri commenti.

Per saperne di piu', potete inviarci una email a contatto@consulenza-finanziaria.it oppure mandarci un messaggio tramite Facebook 

FB Messenger