Tinkl il servizio per aiutare i negozi ad accettare Bitcoin in Italia

Tinkl e’ una startup italiana che si pone come il principale candidato a servire il mercato nazionale delle conversioni tra Euro e Bitcoin.

tinkl-per-negozi-italiani-accettare-bitcoinTinkl.it è un progetto appena presentato ma con legami importanti. Gli ideatori del progetto, Andrea Medri e Davide Barbieri, sono volti ben noti e rispettati nella community italiana ed internazionale in quanto operano The Rock Trading, il più longevo exchange di cryptocurrency già attivo prima della nascita di Bitcoin.

Tutto il mondo è paese, o forse no….

L’approccio delle aziende americane al mercato globale è ancora molto acerbo in termini di osservanza delle norme nazionali. Ad esempio Bitpay e Coinbase offrono diversi livelli di verifica del commerciante ma non specificano nulla riguardo ai clienti.

Le norme europee ed italiane in particolare prevedono limiti per gli acquisti effettuati con metodi non rintracciabili e nulla in questo senso è previsto dalle aziende di oltre oceano.

Questo espone i commercianti ad eventuali rischi legali. Inoltre in molti casi non potrebbero essere approfonditi grazie ad una consulenza in quanto non è prevista assistenza in lingua italiana.

Medri ha commentato:

“Pur essendo ottime società, sia Coinbase che Bitpay non possegono le risorse per seguire l’intero mercato globale. Di conseguenza, esiste ancora ampio margine per società come Tinkl.it di sviluppare mercati geograficamente “più vicini”. Tinkl.it, inizialmente si focalizzerà sul mercato italiano dove ha più famigliarità e, successivamente, svilupperà il mercato europeo”.

Tutte le carte in regola

Nonostante il fatto che le transazioni in bitcoin non siano ancora comunemente diffuse sul territorio nazionale, aggiungere questa innovativa opzione ai propri metodi di pagamento fornisce diversi benefici alle attività. I payment processor come Tinkl.it gestiscono i pagamenti in bitcoin così che le aziende ricevano fondi in Euro permettendo di integrare questo sistema senza nessun requisito contabile specifico.

Ma come vengono inviati questi pagamenti? Molti operatori del settore inviano bonifici SEPA ai clienti, Tinkl.it li invia da un conto nazionale, ma la principale differenza si trova a livello burocratico.

Tinkl.it è il primo servizio di pagamenti Bitcoin ad operare in conformità alle direttive europee sui servizi di pagamento, consentendo un livello di protezione e trasparenza senza precedenti e rendendolo pronto ad eventuali legiferazioni in materia, in proposito Medri ha aggiunto:

“Tinkl.it ha finalizzato un accordo con una società con licenze PSD. Entro un paio di mesi tutti i pagamenti saranno effettuati tramite questa società. Ad oggi il nostro settore non richiede l’uso di tali licenze ma, in prospettiva, diamo per scontato che il regolatore, al fine di monitorare i flussi di denaro per ragioni di AML, richiederà anche alle società del nostro settore di adeguarsi. Noi anticipiamo il futuro”.

La registrazione è comunque semplicissima e richiede solo dati di base ed una verifica dell’attività grazie ad un documento ed una visura camerale.

Questo ulteriore livello di verifica consente ai commercianti di accettare Bitcoin in totale tranquillità.

GAP tecnologico

L’Italia porta con sè un forte gap tecnologico e linguistico rispetto ad altre realtà europee, una realtà come Tinkl.it fornisce uno strumento prezioso alle aziende per utilizzare questa tecnologia.

L’assistenza in Italiano e la gestione automatica dei pagamenti fanno sì che anche chi non possiede le competenze linguistiche o tecnologiche normalmente richieste sia in grado di accettare pagamenti in Bitcoin utilizzando un semplice smartphone tablet o pc.

Se guardiamo i dati europei sui pagamenti digitali appare chiaro che l’Italia non ha ancora abbracciato la tecnologia dei pagamenti con carte ed online.

Quello che può sembrare un esempio di scarsa modernizzazione del sistema italiano in realtà potrebbe essere un vantaggio in quanto il Paese potrebbe “saltare” la fase di diffusione di questi sitemi ed iniziare ad utilizzare direttamente un nuovo standard più evoluto e decentralizzato.

Perchè accettare Bitcoin?

I vantaggi dei pagamenti in Bitcoin sono molteplici ad esempio, a differenza del classico POS, i commercianti non devono pagare costi fissi o percentuali, non si espongono al rischio di frodi e nel caso del commercio online non rischiano i temuti “charge back” di paypal spesso abusati a fini illeciti.

Sarà il settore dell’ecommerce in particolare a beneficiare di questa tecnologia in quanto l’utilizzo di una valuta transnazionale riduce di molto i costi per i clienti esteri. Basti pensare ad un cliente in una nazione con scarsi servizi bancari o valute differenti che per acquistare un prodotto italiano deve inviare un costoso bonifico, non può utilizzare Paypal in quanto il servizio è presente solo in un numero limitato di Paesi e si trova a dover attendere settimane e pagare cifre importanti per inviare il pagamento.

Grazie a Bitcoin e Tinkl.it il pagamento viene confermato istantaneamente e senza costi aggiuntivi, questo permette all’azienda di presentare i propri prodotti su nuovi mercati, inesplorati a causa delle barriere tecnologiche, senza lunghe attese, gratuitamente e al sicuro da rischi di cambio o truffa.

Non bisogna inoltre sottovalutare i vantaggi ai fini di marketing. Anche se la diffusione di questa tecnologia richiede tempo il ritorno d’immagine per le aziende è immediato. La novità genera interesse e fornisce visibilità mediatica ed accesso ad una nicchia di utenti che utilizza Bitcoin in Italia.

Anche se non ancora al livello di altri Paesi europei la diffusione di questa tecnologia innovativa sta aumentando e, grazie a servizi come Tinkl.it, Oraclize e Green Address, sembra che per una volta il contributo Italiano al progresso di questa tecnologia sia da primi della classe.

Articolo ripreso da Cointelegraph.it – autore: Claudio Levini

Siamo un team interdisclipinare di alcuni professionisti che credono nella Consulenza Finanziaria Indipendente. Onesta' e trasparenza al servizio di chi li ricerca. Siamo esperti di Bitcoin, Blockchain e Criptovalute e seguiamo con grande attenzione i trend che definiranno quali saranno gli investimenti vincenti nei prossimi anni.