Incrociamo le dita per tutte queste startup. Ne rimarra' soltanto una..

Le piu’ interessanti startup italiane del 2016 si presentano a Milano

Sono le 19 startup digitali che Digital Magic ha presentato a oltre 200 aziende e investitori italiani e internazionali, in occasione del suo Demo Day che si è svolto nel campus di coworking Talent Garden di Milano Calabiana.

I talenti e neoimprenditori – che Digital Magics affianca su tutto il territorio nazionale con le sue 6 sedi – hanno spiegato i modelli di business innovativi con un elevator pitch di pochi minuti, approfondendo i progetti in un incontro informale alla fine dell’evento.

“Siamo molto soddisfatti – ha dichiarato Marco Gay, vicepresidente esecutivo di Digital Magics – delle ultime startup che sono entrate a far parte della nostra squadra. Il processo di scouting in Digital Magics inizia con lo studio del mercato digitale, analizzando i trend italiani e internazionali, e si focalizza sulle startup più promettenti – che ci contattano e che andiamo a incontrare direttamente nei territori – per proporre il meglio dell’innovazione agli investitori e alle imprese italiane. Il successo e l’interesse che abbiamo riscontrato per il D.Day è stato entusiasmante e vogliamo continuare a far crescere l’economia digitale italiana e a innovare i processi, prodotti e servizi dell’industria tradizionale”.

Ecco la lista delle startup che sono state presentate:

Bscale è un innovativo device IoT collegato a un’app che, tramite sensori sotto i piedi del letto, consente di misurare il peso delle persone e di effettuare lo sleep-tracking (come la qualità del sonno, ecc…).

Boosha è una piattaforma di booksharing per noleggiare su internet libri (cartacei o eBook) pagando la singola transazione o con un abbonamento mensile.

Edo è un’app mobile che consente di capire quanto siano salutari i prodotti che le persone comprano ogni giorno. Analizzando il codice a barre fornisce una valutazione da 1 a 10 basata sugli utenti.

GRAMPiT è il sistema che fornisce assistenza agli anziani e che consente ai familiari di monitorare le loro attività e di gestire le emergenze da qualsiasi luogo.

Leevia è una piattaforma online che sfrutta le connessioni sui social network per raggiungere nuovi clienti e generare lead.

PowerMe ha sviluppato un cavetto innovativo (e un’app associata) che permette di ricaricare il proprio smartphone da qualsiasi altro device. L’app consente all’utente, che ha bisogno di caricare il cellulare, di trovare un “donatore” tramite una mappa e di socializzare.

Quomi è un servizio che semplifica il modo di fare la spesa: una volta scelti i menu personalizzati, gli utenti riceveranno gli ingredienti – di prodotti freschi e di alta qualità – nelle giuste dosi con le istruzioni per preparare le ricette selezionate.

SOLO è il POS virtuale che consente a professionisti, commercianti, artigiani e operatori turistici di accettare pagamenti con carte di debito e credito condividendo un semplice link.

Spidwit copre interamente il processo della gestione dei social media che va dalla ricerca di contenuti alla condivisione, includendo la creazione di nuovi contenuti, la collaborazione tra colleghi e gli analytics.

Taskhunters mette in contatto milioni di studenti con opportunità di lavoro. La piattaforma consente agli utenti, e in futuro anche alle aziende, di esternalizzare alcuni lavori temporanei.

Tikidoo offre tour turistici, creati appositamente per famiglie con bambini di età compresa tra i 4 e 13 anni, nelle principali città d’arte italiane ed europee.

Volumeet è l’innovativo social network che permette ai fan di tenere traccia di tutti i contenuti social dei propri artisti preferiti, ricevendo notifiche in tempo reale a ogni nuovo post.

YoAgents è una piattaforma per la creazione di reti commerciali “on demand” e “a performance”, aggregando i migliori servizi digitali e gli agenti plurimandatari.

WeBeers è l’e-commerce per scoprire le migliori birre artigianali dei birrifici più esclusivi e prestigiosi in modalità catalogo e con l’innovativo piano abbonamento.

Welabs ha sviluppato la piattaforma web e mobile Beecode, che permette di gestire e diffondere specifiche campagne di marketing per prodotti ed eventi da promuovere, in modo da amplificarne la propagazione con la forza del passaparola digitale degli influencer.

Almadom.us sviluppa Domoki, un nuovo sistema di home automation che – inserendosi all’interno delle scatole elettriche e sostituendo gli interruttori – controlla luci, termostati, prese, tapparelle o elettrovalvole attraverso il touchscreen, via smartphone e anche tramite comandi vocali.

Growish è lo strumento più semplice e sicuro per raccogliere denaro tra amici ed esaudire qualsiasi desiderio. Può essere utilizzato per pagamenti di gruppo e liste regalo per compleanni, nascite, lauree, feste, bebé, charity, travel, banking, scuole, e commerce e retail.

Premium Store ha sviluppato e gestisce Edicola Italiana: l’edicola online dell’editoria premium italiana. Si propone come unico interlocutore delle aziende per l’acquisto di giornali e periodici digitali.

ProfumeriaWeb è l’e-commerce leader in Italia nella vendita online di prodotti di profumeria e cosmetica. Propone un assortimento di oltre 5000 prodotti e un altissimo livello di servizio al cliente.

Testo ripreso da: digitalmagics.com nella sezione Investors – Comunicati Stampa.

Riusciranno questi a fare almeno una exit? :-)

DIgital Magics Triveneto apre la sua sede a Padova

Digital Magics apre a Padova la sua quinta sede per sostenere le startup digitali del Veneto, Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia all’interno di Talent Garden Padova, il campus di coworking per i professionisti del digitale.

Il nuovo incubatore è stato presentato in Via Croce Rossa 36 da Gianni Potti, partner di Digital Magics Triveneto, Alberto Fioravanti, fondatore e presidente esecutivo di Digital Magics, Marco Gay, vicepresidente di Digital Magics e presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria, Gabriele Ronchini, fondatore e amministratore delegato di Digital Magics per il portfolio development, Rosario Rizzuto, Magnifico Rettore dell’Università di Padova, Roberto Marcato, Assessore allo Sviluppo Economico ed Energia della Regione Veneto e Pietro del Fabbro, Presidente di Friulia. Ha moderato l’evento Enrico Pagliarini, giornalista di Radio 24.

“Digital Magics Triveneto è la nostra quinta sede, dopo Milano, Napoli, Palermo e Roma – ha dichiarato Gabriele Ronchini, fondatore e amministratore delegato di Digital Magics per il portfolio development – La prossima sarà a Bari per Puglia e Basilicata. Con le nostre sedi vogliamo coprire oltre il 70% del mercato delle startup in Italia. Continuiamo a costruire, con Talent Garden e Tamburi Investment Partners, la più grande piattaforma dell’innovazione per il Digital Made In Italy. Partendo dai territori, come il Triveneto, Digital Magics vuole lanciare 100 startup innovative digitali e aprire 50 nuovi campus Talent Garden in Italia e in Europa. TIP favorirà ulteriori investimenti nelle startup e nello sviluppo di programmi di Open Innovation delle migliori aziende italiane”.

“Da veneto sono molto orgoglioso e felice dell’apertura di Digital Magics sul nostro territorio – dichiara Gianni Potti, partner di Digital Magics Triveneto – Vogliamo valorizzare un patrimonio di oltre 800 startup e PMI innovative in Veneto, Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia, che corrisponde al 13,2% del settore dell’innovazione italiana.

Abbiamo già iniziato a incontrare molte neoimprese digitali per accelerare la loro crescita con i nostri servizi di incubazione e dopo l’Estate, insieme a Talent Garden Padova, ci trasferiremo in una nuova sede ancora più grande per sostenere ancora di più i talenti digitali. Digital Magics Triveneto si rivolge anche all’industria manifatturiera e a tutte le aziende locali, che rappresentano il fulcro dell’economia del nostro territorio. Dopo Nice, vogliamo lanciare altri programmi di ‘Open Innovation’ per innovare i processi, prodotti e servizi delle imprese eccellenti del Triveneto, grazie alle startup”.

“Costruire direttamente nel territorio ricco di imprenditorialità, con partner autorevoli e capaci – ha affermato Marco Gay, vicepresidente di Digital Magics e Presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria – rappresenta per Digital Magics l’opportunità di intercettare le capacità di creare innovazione dai grandi talenti del Triveneto per creare valore e visione di futuro. Inoltre la possibilità di far incontrare, con programmi di ‘Open Innovation’ dedicati, la qualità e l’eccellenza delle PMI del Triveneto con la potenza innovativa e digitale delle startup, ci aiuterà a navigare saldi l’oceano blu del Digital Made in Italy”.

L’obiettivo di Digital Magics Triveneto insieme a Talent Garden Padova è quello di lanciare ogni anno startup innovative, creare network locali di investitori per sostenere neoimprese digitali, organizzare eventi, iniziative e incontri di business per coinvolgere tutti gli operatori della filiera del territorio.

Il Veneto è la quarta regione d’Italia per numero di startup innovative e rappresenta 7,6% del totale nazionale. Nella classifica italiana Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia sono più distanziate e si classificano rispettivamente all’11° (3,2% del totale) e 13° posto (2,4%). Dati che confermano, dunque, come ci siano ampi margini di crescita per le startup nel Triveneto.

Tra le prime dieci province italiane per percentuale di startup sul totale quattro appartengono al Triveneto. Trento è in testa per (1,27% per 123 startup) tallonata da Trieste (2° posto, 1,21% per 48 startup). Seguono, più staccate, Bolzano al 7° posto (0,63% e 50 startup) e Pordenone al 10° (0,61% e 35 startup).

Analizzando le tipologie di startup e PMI innovative emerge che in Triveneto il settore dei servizi è quello più rappresentato (457 aziende), seguito da industria e artigianato (193 aziende). Meno rappresentati i settori del commercio (26 imprese), turismo (4 imprese) e agricoltura-pesca (2 imprese). La produzione di software, consulenza informatica e attività connesse è l’attività più sviluppata (178 startup), seguita da ricerca scientifica e sviluppo (112 startup) e attività dei servizi d’informazione e altri servizi (54 startup).

Questo Comunicato è online su digitalmagics.com nella sezione Investor Relations – Comunicati Stampa.

I campioni della tecnologia italiana al GIOIN

Digital Magics organizza il network dedicato all’innovazione delle imprese italiane

Le aziende italiane e l’ecosistema delle startup digitali si incontreranno al Parc Hotel Billia, Saint-Vincent Resort & Casinò di Saint-Vincent (Aosta).Vi parteciperanno i vertici di Cisco, Club Investitori, dPixel, euro engineering (gruppo Adecco), Gruppo Electrolux, H-FARM, IBAN, IBM Italia, Italia Startup, Kanso, LUISS ENLABS, Nana Bianca, PoliHub, QVC Italia, Smau, Talent Garden, Tamburi Investment Partners.

I principali protagonisti del mercato, istituzioni, investitori, incubatori, startupper, si confronteranno su evoluzioni, trend e opportunità di innovare processi aziendali interni, prodotti e servizi grazie alle giovani imprese innovative ad alto contenuto tecnologico italiane. I temi dell’Open Innovation Summit 2016 toccheranno politica e investimenti, imprese, produttività e innovazione aperta attraverso l’opportunità di esternalizzare Ricerca e Sviluppo.

L’Open Innovation Summit 2016 è il terzo incontro del GIOIN, il primo network dedicato all’innovazione delle imprese italiane riservato agli imprenditori, al top management e ai professionisti. L’appuntamento ha come obiettivo quello di diventare il punto di riferimento annuale per misurare lo stato dell’Open Innovation del Made In Italy.

GIOIN – Gasperini Italian Open Innovation Network – è un’iniziativa di Digital Magics e nasce da un’idea di Enrico Gasperini, Fondatore di Digital Magics e riconosciuto pioniere nell’innovazione, scomparso prematuramente a novembre 2015. GIOIN offre alle imprese percorsi di informazione, formazione e condivisione per accedere a strumenti di supporto e stimoli per la ricerca di soluzioni non convenzionali, fondamentali per affrontare la sfida dell’innovazione, migliorare i processi industriali, generare valore e ideare nuovi prodotti e servizi, attraverso le startup innovative digitali. Scopo del GIOIN è formare gli Innovation Officer del futuro all’interno delle aziende.

Per consultare l’agenda dettagliata dell’evento: www.gioin.it/it/eventi/open-innovation-summit-2016

Per informazioni su disponibilità e prenotazioni (posti limitati): gioin@digitalmagics.com

GIOIN è realizzato in collaborazione con MF-Milano Finanza. Partner dell’evento sono: Contactlab, Boraso, QVC Italia, Talent Garden, DLA Piper e Dol.

Fonte: comunicato stampa Digital Magics

Le Poste Italiane e il nuovo mondo digitale

Le Poste Italiane entrano nel digitale (speriamo che continuino a consegnare la posta..)

Nella sua strategia di innovazione e di trasformazione digitale Poste Italiane avvia la collaborazione con Digital Magics, business incubator italiano che offre supporto alla nascita e alla crescita di startup digitali. La collaborazione segue quindi il percorso tracciato dal Piano industriale Poste 2020, che investe l’azienda di un ruolo di motore di innovazione e di sviluppo inclusivo per offrire ai cittadini, alle imprese e alla PA servizi evoluti, sicuri semplici ed efficaci da integrare con l’offerta tradizionale, favorendo così l’adozione sempre più ampia dei processi digitali per accompagnare il Paese nel passaggio dall’economia tradizionale a quella digitale e coglierne tutte le opportunità di crescita.

L’accordo di Open Innovation con Digital Magics costituisce anche un nuovo tassello del programma di trasformazione aziendale che colloca il cliente al centro delle strategie di sviluppo.

Il progetto fornirà a Poste Italiane l’opportunità di dare supporto all’imprenditorialità digitale del Paese, stimolando la nascita di nuove aziende e la creazione di posti di lavoro, facendo di Poste Italiane un catalizzatore dell’innovazione digitale. La strategia di Poste Italiane intende infatti dare stimolo alla nascita di nuove idee, alla scoperta di talenti e all’incremento di competitività e di innovazione a supporto delle imprese grazie anche alla contaminazione con le startup.

La partnership prevede che Digital Magics realizzi un monitoraggio costante ed esteso sul mondo delle startup per dare visibilità alle principali soluzioni innovative che emergono dal mondo delle imprese digitali, analizzandone la potenziale applicabilità ai processi e ai servizi da parte di Poste Italiane. La finalità è quella di mettere a sistema informazioni e conoscenze per pianificare iniziative ed eventuali investimenti che Poste Italiane valuterà in termini di valore industriale e tecnologico per nuove soluzioni di business.

In questo scenario si colloca la creazione del Campus per l’innovazione di Poste Italiane, che sarà realizzato a Roma e del quale Digital Magics avrà il coordinamento delle attività insieme a Talent Garden, società partecipata da Digital Magics e principale network europeo di co-working focalizzato sul digitale. Il Campus sarà un “ecosistema” in cui i talenti del digitale potranno contaminare le esperienze, progettare, realizzare e sperimentare soluzioni innovative da applicare al business di Poste Italiane.

L’accordo prevede anche la creazione di percorsi di formazione originali, tradizionali e multimediali per i dipendenti al fine di dare massima diffusione in azienda alla cultura dell’innovazione e del digitale.

Questa partnership rientra nell’ampio scenario tracciato da Enrico Gasperini, Fondatore e Presidente di Digital Magics, recentemente scomparso. Il piano di Open Innovation con Poste Italiane rappresenta un momento fondamentale per l’ecosistema dell’innovazione italiano: è la prima volta che la più grande azienda di servizi italiana collabora attivamente con un incubatore e con le startup. L’accordo con Poste Italiane rientra nel grande progetto relativo alla creazione della più importante piattaforma di innovazione per il DIGITAL MADE IN ITALY, che Digital Magics sta realizzando con Talent Garden e con i partner di Open Innovation. L’apertura del Campus a Roma con Poste Italiane è una pietra miliare di questo progetto.

 

Questo Comunicato è online su posteitaliane.it nella sezione Media e su digitalmagics.com nella sezione Investor Relations – Comunicati Stampa

Nuove sedi di Talent Garden a Palermo e Bari

Digital Magics lancia la sua strategia per il Sud Italia e apre a Palermo e Bari

Digital Magics apre due sedi a Palermo e Bari, grazie agli accordi di collaborazione esclusiva con partner locali, per selezionare idee e startup e per sviluppare gli ecosistemi dell’innovazione in Sicilia, Puglia e Basilicata. Digital Magics e le aziende partner offriranno servizi di accelerazione e di incubazione di alto profilo per supportare la nascita e il processo di crescita delle startup.

I due nuovi incubatori si aggiungono a Digital Magics Napoli, presente dal 2012 in Campania, che nelle prossime settimane inaugurerà la nuova sede, all’interno del nuovo campus di co-working di Talent Garden Napoli. Gli storici Partner di Digital Magics per il Sud Italia sono Gennaro Tesone e Domenico Soriano, Fondatori di Techintouch.

Gli obiettivi dei programmi di incubazione sono: creare network locali di investitori che vogliano investire in neoimprese digitali; lanciare ogni anno startup innovative; organizzare eventi, iniziative e incontri di business che possano coinvolgere tutti gli operatori della filiera dell’innovazione del territorio.

La società partner di Digital Magics Palermo è Factory Accademia. Il nuovo incubatore siciliano di Digital Magics sarà inaugurato a gennaio 2016, nel cuore della città, in Via Lincoln 21 all’interno della sede storica de Il Giornale di Sicilia, dove nascerà anche il futuro campus di co-working di Talent Garden. Il Fondatore e CEO di Factory Accademia è Alessandro Arnetta.

In Puglia, Digital Magics Bari è in collaborazione con la società Augmentum, partner per lo sviluppo e la gestione del nuovo programma di incubazione. Sono già iniziati i lavori per costruire un campus Talent Garden nel capoluogo pugliese. Il CEO di Augmentum è Enzo Tucci, Fondatore della società con Vincenzo Notaristefano.

Gabriele Ronchini, Amministratore Delegato di Digital Magics per il Portfolio Development, gestirà insieme a Talent Garden e ai Partner di Digital Magics lo sviluppo territoriale dei programmi di incubazione su tutto il territorio nazionale e internazionale.

Il lancio di GIOIN e dei programmi di incubazione in Sicilia e in Puglia rientrano nel piano strategico della più importante piattaforma per il DIGITAL MADE IN ITALY, avviata con Talent Garden e Tamburi Investment Partners nella primavera di quest’anno. L’obiettivo è creare il più grande hub di innovazione italiano per lo sviluppo e l’accelerazione di startup digitali – 100 nei prossimi due anni, attraverso l’apertura di 50 nuovi campus di co-working TAG – e la trasformazione digitale delle imprese italiane, grazie ai programmi di Open Innovation.

 

Questo Comunicato è online su digitalmagics.com nella sezione Investor Relations – Comunicati Stampa.