Le non-banche pronte ad aggredire il risparmio degli italiani

La competizione tra banche e non-banche si gioca ormai soprattutto in rete. Con i social network il fenomeno delle non-banche si amplia e si radicalizza: queste piattaforme possono intermediare contemporaneamente beni, servizi e il denaro per acquistarle. E la “Banca Facebook” è pronta ad arrivare sul mercato nel 2018.

In più hanno informazioni “privilegiate” e non devono competere con le banche tradizionali per acquisire clienti perché li hanno già, anche se per il momento si chiamano utenti. L’ordinamento europeo è pronto a disciplinare il fenomeno?

Con l’internet e, in particolare, con i social network il fenomeno appena descritto si radicalizza e si aprono nuovi spazi. A differenza della televisione, che può sostituirsi al commerciante ma non alla banca, i social network possono sostituirsi a entrambi. Ma c’è di più.

Essi hanno accesso a informazioni che consentono di compiere ricerche di mercato e analisi prossime alla perfezione nel definire i gusti e le preferenze dei propri utenti (rectius, clienti). Tutto questo, peraltro, in un contesto in cui soprattutto i più giovani tendono ad affidarsi (e a confidarsi) con il social di riferimento, che è percepito come un sistema cui appoggiarsi (: una piattaforma) e non come una controparte contrattuale, con ogni negativa conseguenza sullo squilibrio del rapporto a vantaggio del social.

E quella di google quando arriva?
Non mance molto ad avere nelle nostre tasche una carta di credito come questa

Siamo in un settore in cui l’asimmetria informativa raggiunge il proprio acme dal momento che nessuno, o quasi nessuno, legge le complicatissime e prolisse condizioni di contratto prima di sottoscrivere un contratto telematico con una piattaforma sociale.

Il problema, fino a oggi, è stato esaminato solo con riferimento al diritto alla riservatezza. A questo tema dovrebbe aggiungersi quello della tutela del risparmio. Perche’ vedrete che la banca Facebook non si preoccuperà di questo.

E a questa scottante problematica si affianca quella delle criptovalute, strumento eccezionale per movimentare il proprio denaro ma anche occasione per chi desidera proporre dubbie opportunità di investimento.

Come proteggersi? La nostra newsletter MONITOR CRIPTOVALUTE è a vostra disposizione per aiutarvi a scegliere le migliori opportunità di investimento nel Mondo Nuovo che stiamo vivendo.

Per saperne di piu', potete inviarci una email a contatto@consulenza-finanziaria.it oppure mandarci un messaggio tramite Facebook 

FB Messenger