Il GIOIN va in tour per l'Italia a portare innovazione nelle imprese

Il Network Italiano dedicato alla innovazione nelle imprese sbarca a Napoli

Il quarto appuntamento del GIOIN, Gasperini Italian Open Innovation Network, sbarca a Napoli Mercoledì 28 settembre 2016. GIOIN è il primo network dedicato all’innovazione delle imprese italiane riservato agli imprenditori, ai top manager e ai professionisti.

La tecnologia cambia l’interazione tra persone e cose, dal retail alla domotica fino al settore automotive: quali potenzialità ha l’internet of things, quali gli scenari, i trend e le possibilità di business? Dalle 13:00 startupper, esperti e imprenditori si confronteranno sul tema l’internet delle cose, nella splendida location di Palazzo Caracciolo in Via Carbonara, 112 – Napoli.

Interverranno: Luigi de Magistris, Sindaco di Napoli, Valeria Fascione, Assessore all’Internazionalizzazione, Start up e Innovazione della Regione Campania, Raffaele Vertucci, Head of CTO/Capability – Land & Naval Defence Electronics – Support & Service Solutions di Leonardo – Finmeccanica, Agostino Santoni, Amministratore Delegato Cisco Italia, Fausto Preste, Fondatore e CEO di GRAMPiT, Alessandro Benedetti, Fondatore e Presidente di Almadom.us, Maria Luisa Cinquerrui, Fondatore e CEO di Smartisland, Fabio Lalli, Co-Fondatore e CEO di IQUII, Davide Parisi, Co-Fondatore e CEO di Evja, Massimo Temporelli, Fondatore e Presidente di The FabLab.

Moderano: Alberto Fioravanti, Fondatore e Presidente Esecutivo Digital Magics, Marco Gay, Vicepresidente Esecutivo di Digital Magics e Layla Pavone, Amministratore Delegato Digital Magics per l’Industry Innovation.

L’evento del 28 settembre è il quarto di 6 appuntamenti di alto profilo per approfondire le opportunità offerte dal paradigma dell’Open Innovation, capire come fare innovazione di processo, prodotti e servizi utilizzando le piattaforme digitali e le tecnologie esterne, ma soprattutto creando sinergie con le startup innovative. L’incontro è focalizzato infatti sulla condivisione di esperienze concrete e di “case history”, che coinvolgono imprenditori e startupper che, seguendo questo modello, stanno mettendo in pratica l’Open Innovation nei loro settori.

GIOIN – Gasperini Italian Open Innovation Network – è un’iniziativa di Digital Magics e nasce da un’idea di Enrico Gasperini, Fondatore di Digital Magics e riconosciuto pioniere nell’innovazione, scomparso prematuramente lo scorso novembre. GIOIN, in sostanza, offre alle aziende percorsi di informazione, formazione e condivisione per accedere a strumenti di supporto e stimoli per la ricerca di soluzioni non convenzionali, fondamentali per affrontare la sfida dell’innovazione, migliorare i processi industriali, generare valore e ideare nuovi prodotti e servizi, attraverso le startup innovative digitali. Scopo del GIOIN è formare gli Innovation Officer del futuro all’interno delle imprese.

Per consultare l’agenda dettagliata dell’evento: www.gioin.it/it/eventi/linternet-delle-cose/

Per maggiori informazioni e per accreditarsi all’evento: gioin@digitalmagics.com

Pieno di startup innovative e successi

Tutte le startup di Digital Magics in un anno di grandi rivoluzioni

Il Consiglio di Amministrazione di Digital Magics S.p.A. ha approvato il Progetto di Bilancio per l’esercizio chiuso al 31 dicembre 2015 e ha deliberato la convocazione dell’Assemblea Ordinaria per l’approvazione del Bilancio 2015 e il rinnovo del Consiglio di Amministrazione, nonché ha previsto di convocare una Assemblea Straordinaria dei Soci per modifiche allo Statuto Sociale.

PRINCIPALI RISULTATI DI DIGITAL MAGICS AL 31 DICEMBRE 2015

Nel corso del 2015 è stata sviluppata principalmente l’attività caratteristica di fornitura dei servizi di incubazione, accelerazione e sviluppo di startup e scaleup digitali. 
I ricavi da servizi di incubazione nel 2015 sono pari a 2,46 milioni di Euro, in linea con il 2014 (2,45 milioni di Euro).

L’EBITDA passa da 127 mila Euro a 190 mila Euro (+49% rispetto al 2014). L’EBIT dell’esercizio è negativo per 231 mila Euro rispetto a -220 mila Euro nel 2014. Il risultato dell’esercizio, negativo per 1,2 milioni di Euro, rispetto a -922 mila del 2014, è influenzato da svalutazioni delle attività finanziarie per 965 mila Euro. 
Alle 41 società partecipate (direttamente o indirettamente) da Digital Magics al 31 dicembre 2014, si sono aggiunti nel corso del 2015 investimenti in 11 nuove startup; considerando due cessioni (a prezzo simbolico) e una cessazione, al 31 dicembre 2015 le società partecipate da Digital Magics risultano essere 49, di cui 28 sono Startup Innovative.

Il fatturato aggregato del nuovo perimetro di partecipazioni ammonta complessivamente a circa Euro 32,5 milioni1 superiore quasi dell’80% rispetto al fatturato aggregato delle partecipazioni detenute da Digital Magics al 31 dicembre 2014, che a sua volta era superiore quasi dell’80% rispetto al 2013.

Gli investimenti nelle partecipate sono di circa 2,6 milioni di Euro rispetto a 3,2 milioni nel 2014, a cui si aggiungono 7,2 milioni di Euro investiti nelle partecipate da soggetti terzi appartenenti al Digital Magics Angel Network.

Il capitale investito netto è di 17,7 milioni di Euro rispetto a 14,9 milioni nel 2014. Tale variazione è essenzialmente dovuta all’incremento del valore delle immobilizzazioni finanziarie per gli investimenti. Il patrimonio netto è di 16,6 milioni di Euro (nel 2014 era di 12,9 milioni).

L’indebitamento finanziario netto è di 1 milione di Euro (2 milioni a fine 2014); il debito a medio-lungo termine è di 2,2 milioni di Euro (3,36 milioni nel 2014); l’indebitamento finanziario a breve termine è di 1,4 milioni e include 313 mila Euro relativi alla quota sottoscritta e versata di prestiti obbligazionari convertibili in scadenza il 31 dicembre 2015, che sono stati integralmente rimborsati a gennaio 2016 in quanto il fattore di conversione non è risultato conveniente per gli obbligazionisti. Le disponibilità liquide al 31 dicembre 2015 ammontano a 2,6 milioni di Euro.

Il 6 novembre 2015, Digital Magics è stata colpita da una gravissima perdita: la scomparsa improvvisa e prematura di Enrico Gasperini, Fondatore, Presidente e Amministratore Delegato della Società.

È stato uno dei pionieri nella costruzione e diffusione della cultura digitale e di internet in Italia; la sua carriera professionale è strettamente legata alla passione per l’innovazione e alla valorizzazione del digitale ed era da sempre impegnato attivamente per la crescita strutturale della digital economy italiana.

A seguito della scomparsa di Enrico Gasperini, Digital Magics ha adottato (assemblea e consiglio di amministrazione del 30 novembre 2015) una nuova corporate governance:

–  Alberto Fioravanti, Fondatore di Digital Magics (insieme a Enrico Gasperini, Gabriele Ronchini e Gabriele Gresta) è stato nominato Presidente e Amministratore Delegato;
–  Marco Gay è stato nominato Vicepresidente; Marco Gay, che dal 2014 è anche Presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria e Vice Presidente di Confindustria, è diventato a gennaio 2016 uno degli azionisti rilevanti di Digital Magics (con il 5% del capitale sociale);
–  Alessandro Malacart è stato nominato Amministratore Delegato con responsabilità e relative deleghe per operare nell’ambito del Corporate & Finance;
–  Gabriele Ronchini è stato nominato Amministratore Delegato con responsabilità e relative deleghe per operare nell’ambito del Portfolio Development;
–  Layla Pavone è stata nominata Amministratore Delegato con responsabilità e relative deleghe per operare nell’ambito dell’Industry Innovation;
–  Edmondo Sparano è stato nominato Chief Digital Officer ed è il punto di riferimento per la selezione e il processo di analisi delle nuove iniziative digitali e per i programmi di Open Innovation.

Le 11 nuove startup del 2015 sono:

ALMADOM.US S.r.l. 


Startup innovativa che ha progettato e brevettato un nuovo sistema di home automation che – inserendosi all’interno delle scatole elettriche e sostituendo gli interruttori di casa – controlla luci, termostati, prese, tapparelle, valvole e gli altri oggetti connessi a internet. Questa smart home company italiana offre un prodotto tecnologico aftermarket, facile da installare, all-in-one: un solo oggetto con molte funzioni, competitivo anche in termini di costi.

L’interfaccia innovativa di Almadom.us è user friendly: via touchscreen, smartphone, Tablet, PC o anche tramite comandi vocali. Il suo microcomputer comanda elettrodomestici e dispositivi elettronici direttamente collegati tramite i cavi elettrici, comunica via wi-fi attraverso tecnologie domotiche con device IoT (Internet of Things) presenti in casa. Il software intelligente di Almadom.us impara dalle abitudini degli utenti, senza modificarle, e agisce in autonomia migliorando il comfort delle persone. La neoimpresa digitale è stata fondata da Marco Zanchi e Alessandro Benedetti, che ne detengono circa il 54%, e Mover Investimenti (4,7%) il cui CEO, Mario Molinari, co-fondatore di Sorgenia – vanta un’esperienza ventennale nel settore energia. L’iniziativa è già stata selezionata e ha ricevuto riconoscimenti da diversi programmi internazionali per lo sviluppo dell’innovazione tecnologica.
Al 31/12/2015 Digital Magics detiene il 13,76% del capitale sociale e sostiene l’iniziativa con i propri servizi di accelerazione per la crescita e lo sviluppo tecnologico e strategico della società.

B2G S.r.l.


La startup innovativa che ha sviluppato e lanciato, con il brand WeBeers, l’e-commerce per scoprire e ordinare le migliori birre artigianali italiane dei birrifici più esclusivi e prestigiosi presenti in tutte le regioni d’Italia. I due giovani fratelli e Fondatori, Alberto Maria Gizzi e Gimmarco Maria Gizzi, offrono a tutti gli appassionati della birra artigianale italiana non solo di acquistare le proprie birre preferite con sconti esclusivi e consegna in 48 ore (grazie all’utilizzo di un packaging ideato per garantire la massima sicurezza durante il trasporto), ma anche conoscere tante curiosità e consigli su come gustare le birre proposte all’interno del portale e sul mondo dei mastri birrai italiani: professionisti e personaggi capaci di riflettere nei loro prodotti gli aromi, i sapori e i profumi dei loro territori. WeBeers offre anche pacchetti in abbonamento per ricevere periodicamente una selezione speciale di birre artigianali italiane a prezzi vantaggiosi e con spedizione gratuita.
Al 31/12/2015 Digital Magics detiene il 40% del capitale sociale e sostiene l’iniziativa con i propri servizi di accelerazione per la crescita e lo sviluppo tecnologico e strategico della società.

FOODQUOTE S.r.l.


La startup innovativa che ha sviluppato e lanciato, con il brand Foodscovery, la piattaforma web e mobile per conoscere e acquistare i prodotti icona della gastronomia italiana direttamente dai laboratori e produttori artigianali del territorio come panifici, pasticcerie, macellerie, caseifici. Il modello di business di Foodscovery si basa sull’innovazione a sostegno delle piccole economie locali, con la creazione e lo sviluppo di un sistema automatizzato di ritiro e consegna in 24/48 ore, che permette di ricevere e gustare oltre 1.500 prelibatezze presenti in catalogo. È stata fondata nel 2014 con un investimento di 500.000 Euro da parte di FI.R.A. – Finanziaria Regionale Abruzzese – che gestisce il Fondo Starthope, Fondo di seed capital destinato a investimenti in startup che abbiano sede in Abruzzo. Recentemente Foodquote ha completato un round di finanziamento che, oltre all’investimento da parte di Digital Magics e un ulteriore investimento da parte di F.I.R.A., ha visto l’ingresso nella compagine sociale di alcuni business angel e l’editore de Il Fatto Quotidiano, che ha l’obiettivo di diversificare e integrare il business tradizionale.
Al 31/12/2015 Digital Magics detiene il 2,96% del capitale sociale e sostiene l’iniziativa con i propri servizi di accelerazione per la crescita e lo sviluppo tecnologico e strategico della società.

JUMPSTARTER INC.

È una piattaforma californiana di crowdsourcing, un innovativo strumento per la selezione, il finanziamento e la realizzazione di nuovi progetti: una community mondiale di decine di migliaia di aspiranti imprenditori propone sulla piattaforma la propria idea; una altrettanto corposa community di menti creative e imprenditoriali discute, elabora e raffina le idee migliori; sempre attraverso la piattaforma web, vengono raccolte adesioni per finanziare i progetti e per creare uno staff di professionisti distribuito a livello globale che realizzano il progetto ottenendo, il cambio del proprio contributo, stock-option dell’iniziativa. Ha già avviato con questo format diversi progetti, alcuni dei quali particolarmente ambiziosi come la realizzazione del treno iperveloce Hyperloop.
Al 31/12/2015 Digital Magics detiene il 8,7% del capitale sociale e sostiene l’iniziativa con i propri servizi di accelerazione per la crescita e lo sviluppo strategico della società.

PNEUSMART B.V.

Nata nel 2013 dalla mente imprenditoriale di un gruppo di giovani tedeschi e olandesi con grande esperienza nell’e-commerce, offre un servizio “smart”, intelligente, di acquisto di pneumatici online: rendere l’acquisto delle proprie gomme con un click un’esperienza semplice, intuitiva, veloce e conveniente. Oggi Pneusmart è attiva in Olanda, Germania e Italia e presto sarà disponibile anche in altri mercati Europei. L’offerta comprende pneumatici di tutte le migliori marche esistenti sul mercato Europeo, in grado di soddisfare tutte le necessità: da quelle dei clienti più esigenti, che vogliono pneumatici ad altissime prestazioni e di marca primaria, a quelle dei clienti che utilizzano la vettura prevalentemente in città e che sono alla ricerca di un pneumatico che abbia un buon rapporto qualità prezzo.

Grazie alle partnership con tutti i principali distributori di pneumatici Europei, Pneusmart riesce a consegnare qualsiasi pneumatico in sole 48 ore dalla conferma dell’ordine e la consegna è gratis a partire da due gomme. Pneusmart ha investito molto sul servizio clienti con l’obiettivo di riuscire a offrire un’esperienza di acquisto serena e a superare le diffidenze di quei consumatori che si informano online, ma spesso esitano a concludere l’acquisto per la mancanza di un rapporto diretto con il “negoziante” nelle attività postvendita. Al 31/12/2015 Digital Magics detiene il 2% del capitale sociale e sostiene l’iniziativa con i propri servizi di accelerazione per la crescita e lo sviluppo tecnologico e strategico della società.

QUOMI S.r.l.

È la startup innovativa che ha sviluppato il servizio di food delivery in Italia con l’obiettivo di cambiare il modo in cui gli italiani cucinano e mangiano tra le mura domestiche. Nasce dall’idea di due ragazzi trentenni (Andrea Bruno e Daniele Bruttini) che si sono conosciuti lavorando per Zalando e che, quando vivevano a Berlino, avevano l’esigenza di farsi recapitare comodamente a casa cibo italiano di qualità. Quomi consegna gratuitamente – a casa o in ufficio – ingredienti italiani di alta qualità, freschi e già dosati per iniziare subito a cucinare. Ogni settimana è online un menù con 9 ricette facili e gustose, selezionate da chef professionisti, tenendo conto della stagionalità dei prodotti e delle specialità regionali della cucina italiana.

Una volta scelte le ricette preferite, Quomi farà la spesa per gli utenti e la settimana successiva recapiterà in comode scatole gli ingredienti già dosati e le istruzioni per cucinare. Quomi acquista i prodotti freschi direttamente dai produttori italiani, senza intermediari, nelle dosi giuste per le ricette a un prezzo così sostenibile e spedisce in 24 ore il box con la spesa ordinata. La freschezza è garantita dal contenitore isotermico e dal gel refrigerante. Quomi è molto attenta al rispetto per l’ambiente: gli scarti e le eccedenze di cibo sono ridotti al minimo: la scatola si può riciclare nella carta, il polistirolo nella plastica e il gel refrigerante si può riutilizzare come ghiaccio o come borsa d’acqua calda, semplicemente scaldandolo in acqua bollente.
Al 31/12/2015 Digital Magics detiene il 13,36% del capitale sociale e sostiene l’iniziativa con i propri servizi di accelerazione per la crescita e lo sviluppo tecnologico e strategico della società.

RELOV S.r.l.

Startup innovativa che ha spinto il concetto di skateboarding in una nuova dimensione attraverso la progettazione e il lancio di Skate Air, il primo skateboard trasparente totalmente personalizzabile e interattivo, in grado di comunicare in modalità wireless con una comunità virtuale attraverso mobile app. Skate Air è molto più di uno strumento di trasporto, è un “next-generation system” che coniuga l’estetica del design italiano con alcune delle più sofisticate tecnologie sviluppate nella Silicon Valley. Relov si posiziona all’avanguardia tra i nuovi attori nel settore IoT (Internet of Things).
Al 31/12/2015 Digital Magics detiene il 10% del capitale sociale e sostiene l’iniziativa con i propri servizi di accelerazione per la crescita e lo sviluppo tecnologico e strategico della società.

VIN.CI. S.r.l.


Startup che ha sviluppato e lanciato, con il brand ProfumeriaWeb, l’e-commerce beauty ed è leader in Italia per la vendita online di profumi, cosmetici, prodotti per capelli, prodotti di bellezza e make-up, con sconti fino al 60%. Su www.profumeriaweb.com sono disponibili oltre 5.000 prodotti tra cui molti profumi introvabili nei negozi, a prezzi particolarmente vantaggiosi. ProfumeriaWeb registra più di 1 milione di pagine viste ogni mese e un’altissima soddisfazione da parte dei propri clienti: il 90% assegna al servizio una valutazione di 5 stelle.

La startup ha così ottenuto il sigillo NetComm GOLD, riservato agli e-commerce più efficienti e attenti alla soddisfazione dei consumatori. Vincenzo Cioffi è il Fondatore e CEO di ProfumeriaWeb: da oltre 15 anni lavora nel settore del marketing e dell’advertising online in ambito e- commerce. Ha lavorato come Project Manager nella web agency Grey Interactive e successivamente come Sales Manager in TradeDoubler. È stato responsabile, nella divisione advertising di Microsoft, delle soluzioni di marketing performance-based e, in Amazon Italia, Head of Marketing.
Al 31/12/2015 Digital Magics detiene il 5% del capitale sociale e sostiene l’iniziativa con i propri servizi di accelerazione per la crescita e lo sviluppo tecnologico e strategico della società.

VOLUMEET S.r.l.

È una startup innovativa che gestisce un social network che permette ai fan di tenere traccia di tutti i contenuti social dei propri artisti preferiti, ricevendo notifiche in tempo reale ad ogni nuovo post. La piattaforma aggrega tutti i contenuti presenti sui canali ufficiali degli artisti facendoli confluire in un unico contenitore e mette in contatto i fan di uno stesso artista, funzionando così da vero e proprio social network musicale. Il fan non deve più seguire il proprio artista preferito sulle diverse piattaforme (Facebook, Twitter, Instagram, Youtube, Tumblr, Last.fm, Wikipedia, Musicbrainz, Spotify, Deezer, ecc…), ma riceve tutte le notizie attraverso l’utilizzo di Volumeet, i cui contenuti sono aggiornati in tempo reale.

È stata fondata a Napoli ed è controllata da Massimo Morgante, 37 anni, esperto del settore e con precedenti esperienze imprenditoriali di successo.
Al 31/12/2015 Digital Magics detiene il 3,75% del capitale sociale e sostiene l’iniziativa con i propri servizi di accelerazione per la crescita e lo sviluppo tecnologico e strategico della società.

WIKIRE S.r.l.

Startup innovativa nel settore dell’intermediazione immobiliare, intende incrementare il matching fra domanda e offerta tramite la piattaforma WIKIRE.it, il sistema “social” di multiple listing service (MLS) in cui gli agenti immobiliari possono scegliere con chi, fra colleghi, condividere i propri incarichi e portafoglio creando efficaci e proficue collaborazioni. Grazie all’adesione al progetto delle reti Gabetti, Professionecasa, Grimaldi e RE/MAX Italia, WIKIRE ad oggi ha superato le 2.000 agenzie.

Inoltre, ha lanciato WIKICASA.it, il portale di annunci immobiliari con sole inserzioni garantite da professionisti abilitati, per offrire maggiore trasparenza e affidabilità agli utenti che ricercano un immobile online.
Al 31/12/2015 Digital Magics detiene il 4,95% del capitale sociale e sostiene l’iniziativa con i propri servizi di accelerazione per la crescita e lo sviluppo tecnologico e strategico della società.

WISH LIST S.r.l.

Startup innovativa che propone cofanetti regalo con una formula originale: oltre ai tradizionali cofanetti regalo selezionabili dal ricco catalogo, il cliente può confezionare il proprio cofanetto personalizzato, scegliendo tra migliaia di prodotti di centinaia di brand; in questo modo, il regalo sarà il più vicino possibile ai gusti e agli interessi del destinatario. L’azienda, partecipata dai fondatori e da numerosi finanziatori che contribuiscono allo sviluppo, ha tassi di crescita molto interessanti e sta sviluppando una strategia B2B e, grazie anche alla partnership con Digital Magics, una sofisticata value proposition digitale. Al 31/12/2015 Digital Magics detiene il 7,89% del capitale sociale e sostiene l’iniziativa con i propri servizi di accelerazione per la crescita e lo sviluppo tecnologico e strategico della società.

Nel primo semestre 2015, Digital Magics ha ceduto, ad un prezzo simbolico, la propria partecipazione in Digital Magics B.H. Doo, la service company bosniaca fondata nel 2008, che aveva esaurito il proprio ruolo nel network di Digital Magics. Nel secondo semestre è stata ceduta (sempre a prezzo simbolico) la partecipazione in Brightzone S.r.l. in fallimento, mentre è stata cessata la società Goods Games S.r.l..

Almadom.us, B2G, Foodquote, Relov, Quomi, Volumeet e WIKIRE sono iscritte nella sezione speciale del Registro delle Imprese riservata alle Startup Innovative (ex Decreto Crescita 2.0 – D.L. n.179/2012, convertito con modificazioni in Legge n. 221/2012, successivamente emendata con Legge 99/2013).

PRINCIPALI EVENTI DELL’ESERCIZIO 2015

A marzo 2015 Digital Magics annuncia l’avvio della più grande piattaforma per il DIGITAL MADE IN ITALY, grazie alla partnership con Talent Garden (TAG) e Tamburi Investment Partners (TIP). In TAG, il digital co- working network leader di mercato in Italia e in Europa, Digital Magics ha incrementato (giugno 2015) la propria partecipazione dal 10% al 28%, con un ulteriore investimento di 585 mila Euro, per supportarne lo sviluppo puntando all’apertura di 50 nuovi campus in Italia e in Europa entro il 2018.
TIP, primaria investment-merchant bank indipendente che opera da advisor e investe nelle medie imprese italiane “eccellenti”, ha incrementato significativamente la propria partecipazione in Digital Magics essendosi impegnata a sottoscrivere per almeno 2 milioni di Euro (e fino a 2,5 milioni di Euro sottoscrivendo anche un’eventuale quota inoptata) l’aumento del capitale sociale della Digital Magics stessa deliberato il 29 aprile 2015. L’ultima comunicazione (febbraio 2016) registra una quota del capitale sociale di Digital Magics detenuta da TIP pari al 18,08%.

L’alleanza consente a Digital Magics, da un lato, di offrire i propri servizi di incubazione e accelerazione alle startup ospitate nei campus di TAG, ampliando il proprio orizzonte geografico su tutto il territorio nazionale e con accesso a interessanti realtà europee. Dall’altro lato, la partnership con TIP prevede il supporto al network di Digital Magics e TAG, favorendo ulteriori investimenti nelle startup e scaleup digitali e lo sviluppo dei programmi di Open Innovation e di digitalizzazione delle imprese eccellenti del Paese.

All’inizio di giugno 2015 Digital Magics annuncia l’integrale sottoscrizione dell’aumento di capitale offerto in opzione, con l’emissione di 1.008.183 nuove azioni per un controvalore di Euro 4.990.505,83. Le richieste in prelazione di sottoscrizione delle nuove azioni avevano superato di circa il 20% il valore dell’offerta.

A settembre 2015, Digital Magics approva il piano dei nuovi servizi alle imprese, che potenzia la piattaforma DIGITAL MADE IN ITALY. In particolare, i programmi di Open Innovation di Digital Magics per le aziende prevedono:

  • servizi di informazione, consulenza strategica e formazione per il top management aziendale, finalizzati all’innovazione digitale e alla collaborazione con l’ecosistema degli innovatori
  • servizi di supporto agli investimenti delle imprese nel digitale, come analisi di scenario, scouting di talenti e tecnologie, supporto a programmi di corporate venture capital e di accelerazione di spinoff
  • servizi di indirizzo per la realizzazione di applicazioni tecnologiche innovative realizzate dalle 
startup.

I servizi dell’incubatore sono integrati da quelli offerti da Talent Garden.

A ottobre 2015, Digital Magics presenta il White Paper per le Startup: una proposta in otto punti al Governo Italiano per dare nuovo vigore al sistema dell’innovazione in Italia e per promuovere un’azione politica mirata a favore delle startup digitali e delle loro potenzialità. Il White Paper di Digital Magics intende segnare il punto di partenza per una riflessione più ampia, che coinvolga tutti i protagonisti della filiera digitale italiana, lasciando spazio a nuovi spunti, idee, osservazioni di tutti gli operatori che vogliano condividere la stessa visione e la stessa ambizione. A conferma del valore di questo contributo, il 17 dicembre 2015, nell’ambito della seconda Relazione Annuale del Ministero dello Sviluppo Economico al Parlamento sullo stato di attuazione e dell’impatto della normativa a sostegno delle startup e delle PMI innovative, si tiene una tavola rotonda incentrata sui contenuti del White Paper di Digital Magics.

Enrico Gasperini ha ideato (e a lui è dedicato) il GIOIN (Gasperini Italian Open Innovation Network), il primo network esclusivo – riservato agli imprenditori, al management delle aziende italiane, e ai professionisti – che nasce per aggregare intorno al nuovo paradigma dell’Open Innovation le aziende italiane e le startup, con l’obiettivo di offrire concrete opportunità di crescita in termini di business e di sviluppo delle competenze tecnologiche.

Il GIOIN è stato lanciato a dicembre 2015 e si sviluppa a partire dal 2016 attraverso 6 eventi annuali tematici dedicati ad approfondire le opportunità offerte dal paradigma dell’Open Innovation. Grazie al contributo di studi e ricerche, ma soprattutto con la condivisione di esperienze concrete e di “case history” industriali e manifatturiere, il coinvolgimento di imprenditori e startupper di fama nazionale e internazionale che, seguendo questo modello, hanno fatto innovazione nei loro settori, con la creazione di progetti “disruptive”.

Il 30 novembre 2015, è stato sottoscritto un accordo strategico per l’ingresso in Digital Magics di Marco Gay (tramite la società controllata WebWorking S.r.l.) in qualità di Socio e con un importante coinvolgimento operativo. L’accordo prevede un aumento di capitale, con esclusione del diritto di opzione, per un controvalore massimo di Euro 1.450.000, da sottoscrivere in parte cash (500 mila Euro) e in parte con conferimento.

L’assemblea straordinaria si è tenuta il 28 gennaio 2016 e ha approvato l’operazione, a seguito della quale Marco Gay detiene il 5% del capitale di Digital Magics. Marco Gay vanta oltre 15 anni di esperienza imprenditoriale nel settore digitale e dell’innovazione: ha creato e sviluppato nuove aziende, spaziando sulle frontiere dell’innovazione nella comunicazione e nel multimedia, nella pubblicità e nei progetti digitali: dal 2014 è anche Presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria e Vice Presidente di Confindustria, e dal 30 novembre è Vicepresidente di Digital Magics.

A dicembre 2015, Poste Italiane stringe con Digital Magics un accordo di Open Innovation che costituisce un nuovo tassello del programma di trasformazione aziendale per collocare il cliente al centro delle strategie di sviluppo. Il progetto fornirà a Poste Italiane l’opportunità di dare supporto all’imprenditorialità digitale del Paese, stimolando la nascita di nuove aziende e la creazione di posti di lavoro, facendo di Poste Italiane un catalizzatore dell’innovazione digitale. La strategia di Poste Italiane intende infatti dare stimolo alla nascita di nuove idee, alla scoperta di talenti e all’incremento di competitività e di innovazione a supporto delle imprese grazie anche alla contaminazione con le startup.

Questo Comunicato è online su www.digitalmagics.com nella sezione Investor Relations – Comunicati Stampa.

Digital Magics lavora per l'innovazione in Italia

Il GIOIN Gasperini Italian Open Innovation Network apre le sue sedi in Italia

Digital Magics ha annunciato il lancio del GIOIN, il primo network esclusivo dedicato all’innovazione delle imprese italiane e l’apertura di 2 nuove sedi a Palermo e a Bari per sostenere i giovani talenti e le startup innovative digitali del Sud Italia.

Durante il Digital Magics Investor Day, evento che ha coinvolto oltre 100 investitori e aziende partner, Alberto Fioravanti, Presidente Esecutivo ha illustrato la composizione della nuova Governance, recentemente definita, e i nuovi progetti della Società, mentre Alessandro Malacart, Amministratore Delegato Corporate & Finance, ha commentato gli ottimi risultati raggiunti nel corso del 2015.

Le novità presentate riguardano 3 progetti molto importanti per il business incubator: GIOIN – Gasperini Italian Open Innovation Network – è il primo network esclusivo – riservato agli imprenditori, al management delle aziende italiane, e ai professionisti – che nasce per aggregare intorno al nuovo paradigma dell’Open Innovation le aziende italiane e le startup, con l’obiettivo di offrire concrete opportunità di crescita in termini di business e di sviluppo delle competenze tecnologiche. GIOIN, che nasce da un’idea di Enrico Gasperini – Fondatore di Digital Magics e riconosciuto pioniere nell’innovazione, scomparso prematuramente lo scorso novembre – consentirà alle aziende che ne faranno parte, l’opportunità di accedere a percorsi di informazione, formazione e condivisione di esperienze italiane e internazionali focalizzate sul concetto di disruption tecnologica in tutti i settori del Made in Italy.

GIOIN fornirà, ai soci, strumenti di supporto e stimoli per la ricerca di soluzioni non convenzionali, fondamentali per affrontare la sfida dell’innovazione, migliorare i processi industriali e ideare nuovi prodotti e servizi, attraverso le piattaforme digitali. Scopo di GIOIN è formare gli Innovation Officer del futuro all’interno delle imprese.

GIOIN coinvolgerà i membri del network in 8 appuntamenti, nelle sedi di Digital Magics e nei campus Talent Garden – a Milano, Roma, Torino, Padova Napoli, Bari, Palermo – che verteranno sulle opportunità che offrono i programmi di Open Innovation, attraverso la presentazione e la discussione di case-study, ricerche, soluzioni tecnologiche, best practice e incontrando imprenditori pionieri e startupper italiani e stranieri. Ogni incontro approfondirà un tema specifico: fintech, healthtech, direct to consumer, internet of things, digital economy, disruptive innovation, digital commerce globalization, data centric society. GIOIN sarà anche un’importante occasione di networking fra aziende e startup.

Ogni anno GIOIN organizzerà per i propri associati un grande evento che coinvolgerà importanti personalità nazionali e internazionali del digitale, imprenditori under 40, economisti, sociologi, scienziati, startupper nazionali e di fama mondiale, che hanno raggiunto il successo creando innovazione nei loro settori professionali. Il primo importante incontro – destinato a diventare il punto di riferimento per l’Open Innovation del Made in Italy – si svolgerà l’1 e il 2 luglio 2016 a Saint Vincent.

Marco Gay, Vicepresidente e Layla Pavone, Amministratore Delegato per l’Industry Innovation, coordineranno i lavori del GIOIN e i programmi di Open Innovation, per supportare le aziende italiane nel loro processo di innovazione, creando un ponte strategico con tutto l’ecosistema delle startup. Edmondo Sparano, Chief Digital Officer, contribuirà all’implementazione dei progetti di Open Innovation attraverso la progettazione di soluzioni ad hoc per le aziende con anche l’attività di selezione e di scouting mirata delle startup e delle scaleup.

 

Questo Comunicato è online su digitalmagics.com nella sezione Investor Relations – Comunicati Stampa.

Marco Gay la new entry nello startup business italiano

Digital Magics S.p.A., business incubator quotato sul mercato AIM Italia di Borsa Italiana, ha sottoscritto oggi un accordo strategico per l’ingresso di Marco Gay, tramite la propria società controllata WebWorking S.r.l., in qualità di Socio con un importante coinvolgimento operativo.

All’interno di Digital Magics, Marco Gay contribuirà a rafforzare la leadership dell’incubatore, dando ulteriore impulso ai progetti della più importante piattaforma nazionale di innovazione per il DIGITAL MADE ITALY – che insieme a Talent Garden e Tamburi Investment Partners ha l’obiettivo di sviluppare oltre 100 startup nei prossimi due anni, attraverso l’apertura di 50 nuovi campus di co-working, favorendo anche l’ingresso di nuovi investitori. In particolar modo Marco Gay seguirà lo sviluppo dei programmi di Open Innovation.

Marco Gay – che verrà proposto come nuovo Consigliere d’Amministrazione all’imminente Assemblea degli Azionisti di Digital Magics – si unisce da oggi al team di Digital Magics composto da: Alberto Fioravanti, Gabriele Ronchini, Layla Pavone, Alessandro Malacart, Luca Giacometti, Gabriele Gresta, Stefano Miari, Michele Novelli, Edmondo Sparano, Gennaro Tesone e Antonello Carlucci.

Marco Gay vanta oltre 15 anni di esperienza imprenditoriale nel settore digitale e dell’innovazione. Ha iniziato la sua carriera nell’azienda di famiglia Proma – società del settore metalmeccanico ceduta alla Saint-Gobain Abrasivi – ed è proseguita con iniziative da “startupper”, come lui stresso si definisce: ha creato e sviluppato nuove aziende, spaziando sulle frontiere dell’innovazione nella comunicazione e nel multimedia (socio fondatore e amministratore unico di WebWorking, che si occupa di progetti internet con una particolare attenzione alle PMI), nella pubblicità e nei progetti digitali (con Ottovolante, rivolta al settore farmaceutico; è stato CEO dell’agenzia pubblicitaria Gsw WorldWide Italy). È co-fondatore di AD2014, startup innovativa che opera nell’Internet of Things, e di Torino1884 nel settore del food&beverage con una focalizzazione su prodotti che appartengono alla tradizione e alla storia locale e nazionale. Marco Gay è dal 2014 anche Presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria e Vice Presidente di Confindustria.

Alberto Fioravanti, Fondatore ed Executive Director di Digital Magics, dichiara: “L’ingresso di Marco Gay nel team di Digital Magics ci consentirà di rafforzare la leadership del nostro incubatore, dando un importante contributo alle attività strategiche, con un focus sui programmi di ‘Open Innovation’, attraverso i quali vogliamo affiancare le aziende italiane nel loro processo di innovazione interna, creando un ponte strategico con tutto l’ecosistema delle startup. Con Marco è iniziato un percorso che definirei quasi ‘naturale’, basato su moltissime affinità. Marco è un imprenditore, con una forte expertise nel digitale e orientamento all’innovazione, come tutti i partner di Digital Magics. In lui abbiamo riscontrato la nostra stessa sensibilità nel voler fare sistema in Italia, per dare una spinta importante alla nostra economia digitale”.

Marco Gay ha dichiarato: “Oggi si concretizza un percorso importante iniziato quasi 9 mesi fa e che ho voluto fortemente insieme a Enrico Gasperini. L’‘Open Innovation’ sarà centrale nello sviluppo del digital italiano, perché unisce l’innovazione prodotta dal mondo delle startup con un’eccellenza industriale e manifatturiera che il mondo ci invidia: è il trampolino per portare il Made in Italy nel futuro. E sono sicuro che Digital Magics sia il posto giusto per realizzare le mie aspirazioni imprenditoriali in questa direzione”.

L’accordo deliberato e sottoscritto questa mattina dal Consiglio di Amministrazione, finalizzato all’ingresso di Marco Gay nella compagine sociale di Digital Magics, prevede la convocazione di un’Assemblea degli

Azionisti di Digital Magics, da tenersi entro 60 giorni dalla data odierna, con la proposta di un aumento di capitale con esclusione del diritto di opzione, ai sensi dell’art. 2441 c.c. 5° comma, per un controvalore massimo di Euro 1.450.000, da eseguirsi – in via riservata – mediante la sottoscrizione: (i) per massimi Euro 500.000 in contante da parte WebWorking S.r.l., veicolo societario controllato al 55% da Marco Gay; (ii) per massimi Euro 650.000 con il conferimento in natura di un ramo d’azienda di WebWorking S.r.l che andrà a rafforzare le attività affini all’interno dell’incubatore Digital Magics; e (iii) per massimi Euro 300.000, con il conferimento in natura, da parte di WebWorking S.r.l. del 20% delle quote della startup innovativa AD2014 S.r.l., società che entrerà nel portafoglio di partecipazioni di Digital Magics, partecipando ai programmi di incubazione e di accelerazione utili a valorizzare nel prossimo futuro l’iniziativa. In ragione dell’esecuzione del suddetto aumento di capitale la partecipazione di Marco Gay sarà pari a circa il 5% del capitale sociale di Digital Magics.

Il Consiglio di Amministrazione ha altresì contestualmente approvato la propria relazione illustrativa (ex art. 2441 c.c. 6° comma) delle ragioni dell’esclusione del diritto di opzione, dei conferimenti in natura, e dei criteri adottati per la determinazione del prezzo di emissione. Le azioni rivenienti dall’aumento di capitale riservato saranno oggetto di lockup per i 18 mesi successivi all’emissione.

Il Consiglio ha conferito mandato all’Amministratore Delegato Alberto Fioravanti, munito dei necessari poteri, di convocare l’Assemblea Straordinaria degli Azionisti nei termini sopra definiti ed espletare tutte le necessarie formalità inerenti e conseguenti.

Questo Comunicato e la relazione illustrativa approvata dal CdA saranno disponibili sul sito della società www.digitalmagics.com rispettivamente nelle apposite sezioni Investor Relations/Comunicati Stampa e Investor Relations/Assemblee nei termini di legge.

Proposta di otto punti per favorire l’ecosistema dell’innovazione in Italia

Digital Magics, venture incubator quotato su AIM Italia, presenta il White Paper per le startup: una proposta in otto punti al Governo Italiano per dare nuovo vigore al sistema dell’innovazione in Italia e per promuovere un’azione politica mirata a favore delle startup digitali e delle loro potenzialità.

Il White Paper di Digital Magics intende segnare il punto di partenza per una riflessione più ampia, che coinvolga tutti i protagonisti della filiera digitale italiana, lasciando spazio a nuovi spunti, idee, osservazioni di tutti gli operatori che vogliano condividere la stessa visione e la stessa ambizione.

IL WHITE PAPER DI DIGITAL MAGICS IN 8 PUNTI

AGEVOLAZIONI FISCALI PER LE STARTUP

Revisione del credito d’imposta Irpef dal 19% fino al 30-40% per investimenti in startup innovative, applicando anche in Italia quanto previsto dal modello anglosassone. Agevolazioni fiscali per i soggetti dell’imposta sul reddito delle società (Ires), estendendone la deducibilità al 30%.

STARTUP: VEICOLO DI OPEN INNOVATION PER LE PMI

Introduzione di facilitazioni fiscali per PMI per attività di Open Innovation (acquisto di prodotti/servizi da startup innovative per l’innovazione interna dell’impresa) e rimozione di obblighi di spese amministrative da parte di nuove startup.

POTENZIARE IL CROWDFUNDING

Revisione del regolamento Consob sull’equity crowdfunding per:

  • rivedere al rialzo le soglie di non applicazione di obblighi relativi a Direttiva MiFID;

     

 

  • rimuovere vincolo di sottoscrizione da parte delle banche del 5%;

 

  • previsione di un modulo unico di profilazione MiFID.

GLI INVESTIMENTI DEGLI OICR IN INNOVAZIONE

Rimozione limiti normativi e previsione di incentivi per gli organismi di investimento collettivo del risparmio (OICR) per le società di gestione del risparmio (SGR) in investimenti diretti o indiretti in startup.

L’INDUSTRIA DEL RISPARMIO E LE STARTUP

Creazione di Fondi di tipo aperto per garantire la raccolta, tramite investimenti, di almeno 1 miliardo di Euro derivanti dall’industria del risparmio verso le startup.

FONDO DI MATCHING PER SEED CAPITAL

Creazione di un Fondo di matching con Cassa Depositi e Prestiti, coinvolgendo player industriali italiani, investitori istituzionali e investitori qualificati che co-investano con il Fondo in fase seed (fino a 1 milione di Euro), con possibilità di effettuare operazioni successive fino a 1,5 milione Euro.

ACCELERARE L’INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE STARTUP ITALIANE

Creazione di un Italian Founders Institute, con esperti internazionali, per la promozione attiva del Made in Italy attraverso programmi di accelerazione, e applicazione di agevolazioni per il rimpatrio di personale qualificato dall’estero, garantendo benefici sia ai lavoratori che alle imprese.

IL FINANZIAMENTO REGIONALE

Armonizzazione delle regole di ingaggio dei fondi regionali al fine di garantire un approccio sistemico e nazionale di matching dei finanziamenti e possibilità semplificata di accesso agli stessi.

Il Libro Bianco è stato presentato ufficialmente da Enrico Gasperini, Fondatore e Presidente di Digital Magics e Layla Pavone, Partner di Digital Magics, all’interno dell’Internet Festival 2015 nel panel di discussione Supernova organizzato da Talent Garden e Digital Magics.

Sono intervenuti e hanno commentato il documento rappresentanti importanti delle istituzioni: Paolo Barberis, Consigliere per l’Innovazione del Presidente del Consiglio, l’Onorevole Vincenza Bruno Bossio, Membro della Commissione Trasporti e Telecomunicazioni e Intergruppo Parlamentare per l’Innovazione, Laura Castellani, Dirigente Responsabile Infrastrutture e Tecnologie della Regione Toscana, Marco Gay, Presidente Confindustria Giovani e Marco Bicocchi Pichi, Presidente di Italia Startup. Moderati da Luca De Biase, Direttore di Nova24 – Il Sole 24 Ore.

Hanno collaborato alla redazione del White Paper aziende e professionisti partner di Digital Magics:

Cattaneo Zanetto & Co., DLA Piper, Electa Group, Intermonte, SEC Relazioni Pubbliche e Istituzionali, Integrae SIM, Talent Garden, Tamburi Investment Partners e il Digital Champion Napoli Giovanni De Caro.

Enrico Gasperini, Fondatore e Presidente di Digital Magics, ha dichiarato: “Da sempre Digital Magics è impegnata, in allineamento con le istituzioni, nel sostenere il processo di crescita dell’Italia. Supportiamo con i nostri servizi di accelerazione e di trasformazione digitale le startup innovative e le imprese italiane eccellenti che rappresentano il DIGITAL MADE IN ITALY. Con questo ‘White Paper’ vogliamo diventare i promotori di una nuova campagna di ‘advocacy’ per portare al Governo Renzi proposte concrete per incentivare e sviluppare l’innovazione nel Paese”.

Layla Pavone, Patner di Digital Magics, dichiara: “La nostra esperienza di lavoro quotidiano al fianco delle startup, oltre ai rapporti con il mondo degli investitori, ci ha indotto a una riflessione sul sistema dei finanziamenti erogati alle neoimprese digitali, che riteniamo sia da agevolare ulteriormente. Molto è stato già fatto dal Governo, ma pensiamo non sia ancora abbastanza. Per questo motivo abbiamo deciso di mettere a disposizione di tutto l’ecosistema il frutto di quello che, speriamo, possa diventare per tutti gli operatori, siano istituzioni o soggetti privati, uno strumento di lavoro e di ‘pressione’ per dare ulteriore e nuova linfa agli investimenti nelle startup, che ne rappresentano il vero volano”.

 

Questo Comunicato è online su www.digitalmagics.com nella sezione Investor Relations – Comunicati Stampa.