Ragazzi facciamo un bel crollo una volta per tutte e poi non se ne parla piu’

Cari amici e broker vari, facciamo cosi’: a partire da domani chi ha qualcosa da vendere lo venda (chi e’ short stia tranquillo, chi e’ long pro).

Portiamo l’Spx ai minimi del 2008, diciamo quota 600 e non se ne parla piu’.

L’oro a 1000 (forse 850), l’argento a 18, le altre commodity le trucidiamo con cali del 50 per cento ovunque. L’uranio magari no perche’ per lui abbiamo gia’ dato.

La borsa italiana a 12.000 punti, la Grecia nella confusione dichiara il default e assieme a lei si uniscono Irlanda, Spagna, Portogallo, magari anche l’Inghilterra e, perche’ noi, anche l’Italia male non ci starebbe. (oddio, forse l’SPX va a quel 450 che dicono alcuni super orsi, ma va bene lo stesso).

Il tutto da qua a settembre. Tanto la gente e’ in vacanza e si distrae.

A quel punto torniamo dalle ferie e acquistiamo quello che dobbiamo acquistare una volta per tutte e non se ne parla piu’, altro che questi casini giornalieri che oramai ci sorbiamo, un giorno buono, l’altro disastroso e cosi’ via.

Una provocazione ovviamente, ma in questo periodo estivo ci puo’ stare, suvvia. Ovviamente non accadra’.