Piu’ in su di cosi’ il mercato non va (forse) commento settimana di Borsa dal 5 al 9 dicembre 2011

Cari lettori,

vista la situazione generale di questo mese e il fatto che siamo impegnati nella creazione di un nuovo veicolo finanziario che verra’ presto presentato agli investitori su queste pagine (e anche in altri siti ovviamente) da qui a fine anno ci limitiamo ad un commento settimanale, piu’ che sufficiente vista l’attuale situazione.

Tutto cio’ premesso, e’ nostra personalissima opinione che il mercato piu’ su di cosi’ da qui a fine anno non va. Quota 1265 dell’indice Standard and Poor’s appare assai difficile da superare.  Poi magari lunedi’ questa previsione viene spazzata via e’ ci becchiamo un

SPXper cento di mercato positivo, ma come trader puntiamo sul mantenimento di questo range da qui alla fine dell’anno. Come da grafico e’ difficile superare la linea blu che indichiamo. Oramai mancano 10 giorni di contrattazioni al Natale e il grosso dei gestori dei grossi fondi di investimento sta solo imbellettando le posizioni in attesa dell’anno nuovo.

Noi partiamo comunque dal presupposto che il mercato verra’ lasciato cadere a partire dai primi giorni dell’anno nuovo, magari dopo qualche giornata positiva tanto per attrarre nuovi investitori. E quindi manteniamo tutte le posizioni aperte che gia’ conoscete.

Siamo Triplo Short l’indice Standard and Poor’s e doppiamente short il mercato immobiliare Usa (che gia’ aveva parecchi problemi di suo, immaginiamoci adesso che il movimento Occupy Wall Street vuole passare ad occupare le case sfitte come negli anni settanta in Italia..)

Siamo long il Gas Naturale, cosa che in questi giorni non ci sta dando grossa soddisfazione, ma la prospettiva della guerra in Medio Oriente ci fa mantenere la posizione.

Siamo Long Uranio attraverso alcuni titoli minerari di societa’ che estraggono solo uranio. Scelta rischiosa ma noi riteniamo che ci siano importanti prospettive a lungo termine e quindi siamo arciconvinti di questa posizione.

Per concludere, l’interessantissimo investimento che mantenevamo segreto dopo un gran corsa sta mantenendo le posizioni. Oramai sara’ da valutare nel 2012, dopo avere mangiato il doveroso Panettone. Con spumantino italiano pero’, il rally a 1360 dell’Spx non si e’ certo concretizzato e dubitiamo che ci si arrivi da qui a fine anno!

Con tutte le notizie che arrivano dall’Europa sara’ comunque un fine anno assai interessante. Il Dollaro USA prosegue testardamente a mantenere salda la sua posizione contro l’Euro e questo non e’ ne’ un bene per i mercati, ne’ un bene per le commodity.

Continuate a seguire con noi i mercati finanziari. Vi aggiorneremo su ogni nuovo titolo aggiunto o tolto dal nostro portafoglio.