Le banche tedesche hanno ridotto la loro garanzia sui depositi bancari

La federazione delle banche private tedesche ha annunciato ieri una drastica diminuzione delle garanzie offerte sui risparmi. Ad essere tagliata sarà infatti la quota di capitale che potrà essere concesso ai correntisti in caso di fallimento di un istituto di credito. La decisione è stata giustificata dall’organismo con la volontà di «offrire una protezione credibile ai risparmiatori». In altre parole, le banche della prima economia del continente sostengono che i livelli garantiti fino ad ora non sono sostenibili, e che per questa ragione conviene rifarsi a quote più contenute.

Ad oggi la garanzia sui depositi è fissata al tetto massimo di 1,5 milioni di euro per ciascun cliente. L’obiettivo è di far scendere tale limite progressivamente nel tempo, fino a raggiungere la quota di 437.500 euro entro il 1 gennaio del 2025. Rimarranno invece ferme le garanzie su alcune tipologie di prodotti, come le assicurazioni sulla vita. La stessa federazione delle banche ha tuttavia spiegato che il progetto dovrà essere approvato dall’assemblea generale dell’organizzazione.

Il limite minimo fissato dalla legge tedesca, pari a 100 mila euro, è comunque ben più basso rispetto alle prospettive indicate dagli istituti di credito

Testo da valori.it