L’Europa dichiara guerra alle agenzie di rating

Basta con il gioco al massacro e con le scuri che si abbattono sugli Stati proprio mentre questi cercano faticosamente di uscire dalla crisi: l’Europa dichiara guerra alle agenzie di rating.

La Commissione di Bruxelles proporrà infatti la sospensione dei giudizi emessi da Moody’s, Standard & Poor’s e Fitch sui Paesi europei. Ciò sia nel caso in cui si tratti di nazioni che hanno ricevuto aiuti internazionali a causa delle loro condizioni precarie, sia nel caso (più frequente) in cui la pubblicazione delle valutazioni possa accentuare l’instabilità sui mercati.

A lanciare la nuova invettiva contro i colossi del rating è stato lo stesso commissario ai Mercati finanziari, Michel Barnier, che ha spiegato come tali società «non avranno più il diritto, se l’Autorità di vigilanza europea (European Securities and Markets Authority, ESMA) lo deciderà, di divulgare i propri giudizi su alcuni Paesi». Non si tratterà comunque di uno stop indeterminato, bensì temporaneo.

All’ESMA, inoltre, sarà garantita la possibilità di sospendere i rating per massimo due mesi nel caso di particolari momenti di turbolenza finanziaria: «Per evitare – ha aggiunto Barnier – che l’irrazionalità dei mercati possa essere alimentata».

Testo ripreso da valori.it

Per saperne di piu', potete inviarci una email a contatto@consulenza-finanziaria.it oppure mandarci un messaggio tramite Facebook 

FB Messenger