Kryptoslife cerca partners per un progetto ecologico

Podere_BercetoI nostri partner di Kryptoslife cercano compagni di viaggio per un interessante progetto ecosostenibile in quel di Berceto, bella localita’ in provincia di Parma sulla vecchia Via Francigena.

Il progetto consiste nel recupero di tre diverse realta’ immobiliari da sviluppare congiuntamente.

Nel dettaglio si tratta di:

un bel fabbricato d’epoca adibito a ristorante, situato nella Strada Romea, ovvero sul tracciato dell’antica via Francigena, ha una superficie interna di circa 300 mq ripartiti su tre livelli.

una cascina nella frazione di Ghiare consta di 10,381 ha di terreno agricolo ripartito su diversi mappali tra loro massimamente confinanti e di due fabbricati: quello principale sviluppato su 232,50 m2 elevati su tre piani fuori terra e quello accessorio su 132,50 su due livelli.

un podere sito a Bedonia, infine, consta di un fabbricato abitativo su due livelli fuori terra sviluppato per complessivi 93 mq e di un edificio accessorio, anch’esso su due livelli, per una superficie complessiva di circa 70 mq, oltre ad un appezzamento di terreno di poco inferiore ad un ettaro.

Ed ecco la descrizione del progetto ripresa dal sito Kryptoslife:

Conosciamo Berceto per avervi realizzato, nel 2009, un complesso costituito da una fattoria didattica con attività agrituristica, ma apprezziamo le particolarità naturalistiche, gastronomiche, culturali ed energetiche del luogo, che è infatti meta di un turismo di qualità.

Abbiamo pertanto deciso di progettare il riuso dei tre fabbricati per costituirne un’unica entità diffusa sul territorio, sfruttando le particolarità offerte dal territorio stesso in modo da creare una realtà ricettiva, produttiva e di studi, che chiameremo antropologici all’insegna del recupero di saperi, sapori e tradizioni.

Nel ristorante verranno offerti piatti della tradizione locale, certamente non rivisitata all’insegna di una improbabile nouvelle cuisine, bensì della qualità organolettica, i cui ingredienti provengano dal territorio oltre che dall’attività svolta nel podere di Ghiare. Il ristorante sarà altresì strutturato come ristolibreria, ovvero in grado di ospitare incontri a tema legati al territorio: enogastronimia, ma anche tradizioni templari e storie di Donne di Medicina, vale a dire medicina popolare legata alle tradizioni magico-sciamaniche delle quali il luogo abbonda, erboristeria della tradizione per finalità curative ed alimentari, recupero e tutela ambientale, senza trascurare la via Francigena e tuttop quello che, cammin facendo, verrà in mente.

Gli edifici del podere verranno recuperati, nonché ampliati nella misura consentita dalle norme locali, per offrire ospitalità, ed il terreno verrà destinato a coltivazioni di nicchia che possano garantire una specificità ed un reddito: erbe aromatiche, funghi, frutti del bosco, tartufi, oltre a fiori, cortecce, radici ed altri elementi vegetali che, sotto stretta osservanza degli appositi protocolli, possano essere utilizzati per preparazioni curative e cosmetiche naturali, da affidare a terzisti dotati delle necessarie attrezzature a norma di legge e che verranno poi commercializzati con un nostro marchio.

Il piccolo podere situato a Bedonia verrà invece utilizzato, oltre che presumibilmente come orto, per ospitare seminari residenziali intensivi, ristretti ad un esiguo numero di partecipanti per massimizzare il risultato.

Una parte del fabbricato accessorio verrà destinata ad un’attività artigianale di nicchia: una piccola stamperia dove, con metodi antichi, verranno realizzati con supporti e pigmenti naturali prodotti editoriali di assoluta raffinatezza, legati rigorosamente a mano. podere berceto

Il recupero degli edifici avverrà utilizzando materiali e tecniche rigorosamente naturali, escludendo reti metalliche elettrosaldate e ferramenta suscettibile di rilasciare metalli pesanti. Il fabbisogno energetico sarà garantito da energia solare e da altre particolarità autosostentative, mentre a quello idrico potranno provvedere vene individuate nei terreni di proprietà.

La previsione di apertura dell’intera struttura, che potrà avvantaggiarsi di economie di scala, si situa nell’arco di 24 mesi dall’inizio dei lavori, anche se le attività inizieranno man mano che i lavori agli edifici e negli ambienti verranno terminati.

Vorremmo condividere quest’avventura, che non possiede le caratteristiche della speculazione finanziaria ma che può garantire uno stile di vita sostenibile ed un sicuro reddito, con il maggior numero di persone possibile pur sapendo che potrà dare sicurezza ad un numero limitato di lavoratori, cerchiamo Compagni di Viaggio.: chi è interessato può contattarci in privato con la form sottostante per saperne di piu’.