Il rendiconto finanziario come indicatore della situazione aziendale

Finalmente il Rendiconto Finanziario diventa obbligatorio nella Redazione del Bilancio. Diciamo finalmente, perché a nostro parere il Rendiconto Finanziario, in particolare se analizzato su più anni, rappresenta il miglior indicatore dell’andamento aziendale. Ci permette infatti di valutare non solo la situazione finanziaria dell’azienda ma anche la performance economica.

Possiamo osservare che partendo proprio dalla situazione economica dell’azienda, ovvero dal reddito operativo che ci da una chiara indicazione della capacità aziendale di remunerare i fattori produttivi dell’azienda. Inoltre estendendone l’analisi su più anni, si possono evidenziare  eventuali trend negativi e positivi .

Nell’esprimere un giudizio sull’andamento aziendale non ci si può per fermare al solo aspetto economico, ma è necessario analizzare anche l’aspetto finanziario. In altre parole, una buona redditività aziendale è condizione necessaria ma non sufficiente per esprimere un giudizio positivo sull’andamento aziendale.

Negli ultimi anni sono stati numerosi i casi di aziende con buona redditività ma che sono fallite per problemi legati all’apetto finanziario.

Tornano al nostro rendiconto finanziario, un trend positivo del reddito operativo ci fornisce come detto la condizione necessaria per una buona performance aziendale, ma potrebbe non essere sufficiente se non accompagnata anche da un buona perfomance finanziaria. Il Rendiconto Finanziario ci mostra quale sono le aree che assorbono o rilasciano liquidità andando a rettificare il Reddito Operativo.

Un dato fondamentale per l'analisi dell'azienda

Rendiconto Finanziario

Dopo aver sommato al  Reddito Operativo le poste (ammortamenti e accantonamenti) che rappresentano costi ma non  comportano uscite finanziarie, apportiamo la rettifica relativa alla Variazione del Capitale Circolante Netto. Questa rettifica, dal mio punto di vista rappresenta uno degli indicatori principali, perché è quella che permette di trasformare il Reddito Operativo (ovvero il risultato economico della gestione operativa) nel Flusso della Gestione Caratteristica (ovvero il risultato economico della gestione finanziaria).

Una variazione del circolante netto negativa può  trasformare un Risultato Operativo positivo in un Risultato Finanziario della Gestione caratteristica negativo. Basti pensare ad esempio ad un ritardo nei pagamenti, o nel peggiore dei casi insolvenze da parte dei clienti nell’anno che determina un incremento dei crediti con impatto negativo sul circolante netto .

Tali indicazioni sono ancora più significative se analizzate su più anni. Continuando nell’analisi del nostro Rendiconto Finanziario, troviamo le rettifiche finanziarie relative alle poste non caratteristiche dell’azienda:

  • Flussi Finanziari dell’attività di Investimento, che per un corretto equilibrio finanziario dovranno essere coperti dai Flussi Finanziari dell’attività di Finanziamento.
  • Flussi Finanziari della Gestione extracaratterisitica.

Poste che ci permettono di determinare il Risultato Finanziario Finale , che rappresenta la variazione delle liquidità a breve nel periodo.

Per concludere tramite il Rendiconto Finanziario otteniamo informazioni riguardanti:

  • L’andamento del risultato economico della gestione caratteristica;
  • L’andamento Finanziario della gestione caratteristica;
  • Se è rispettato l’equilibrio finanziario tra impieghi e fonti di finanziamento a m/l termine;
  • L’impatto finanziario della gestione non caratteristica.

Ovvero una serie di informazioni, che analizzate su un rendiconto finanziario degli ultimi 3/5 anni ci permette di esprimere un giudizio completo sull’andamento aziendale.

Fonte: bpexcel.it – Autore: G_Imperiale