Il codice fiscale europeo

La Commissione europea ha lanciato due consultazioni pubbliche su misure specifiche che potrebbero migliorare la riscossione delle imposte e garantire la conformità fiscale migliore in tutta l’UE.

La prima consultazione è sullo sviluppo di codice fiscale europeo, che consentirà di chiarire i diritti ei doveri di entrambi i contribuenti e le autorità fiscali. La seconda consultazione è su un numero europeo di identificazione fiscale (UE TIN), che faciliterebbe la corretta identificazione dei contribuenti dell’UE. Sia il Codice Fiscale sia la TIN UE sono stati tra le misure proposte dalla Commissione lo scorso dicembre nel piano d’azione per combattere la frode e l’evasione fiscale (vedi IP/12/1325).

La consultazione si svolgerà fino al 17 maggio 2013. La maggior parte degli Stati membri, spiega una nota della commissione, ha i propri codici fiscali. Tuttavia, i codici variano notevolmente da uno Stato membro all’altro. Questo, evidenziano dalla commissione europea, direzione fiscalità, può rendere estremamente difficile per i cittadini e le imprese a comprendere i propri diritti nei vari Stati membri e rispettare i loro obblighi fiscali in situazioni transfrontaliere.

Lo scopo delle due consultazioni pubbliche è, dunque, quello di raccogliere esempi di buone pratiche negli Stati membri sulla raccolta di dati sulle identità dei soggetti passivi, nonché il rispetto dei contribuenti e trasparenza. I risultati di entrambe le consultazioni saranno utilizzati per individuare e sviluppare le risposte politiche adeguate entro la fine del 2013.

 

Fonte: italiaoggi.it

Per saperne di piu', potete inviarci una email a contatto@consulenza-finanziaria.it oppure mandarci un messaggio tramite Facebook 

FB Messenger