Goldman Sachs ha apprezzato il comunicato della FED

Il nostro super indicatore del mercato dopo il comunicato della FED delle 20.15 era andato a toccare quota 112 (andando cosi’ molto vicino alla nostra previsione di quota 100) per poi scatenarsi in un rally esaltante nell’ultima ora e mezza di contrattazioni. Un bel 10 per cento per chi fosse stato cosi’ coraggioso da acquistare qualche minuto post FED (vedi grafico giornaliero)

E ora? Il grafico settimanale non fornisce indicazioni particolarmente chiari, anzi. A ben guardare l’unica valutazione che si potrebbe fare e’ che non c’e’ nessuna resistenza significativa tra la quota 122 odierna e i minimi del 2008. Forse qualcosa a quota 90, ma niente di che.

Target del rally che potrebbe concretizzarsi? Anche quota 150, ma attenzione, cari lettori, a non essere troppo avidi. Si rischia di bruciarsi le mani con le banche USA.