E spesso anche per molte banche

Gli incagli ora si chiamano inadempienze probabili ma sempre grossi problemi sono!

Una ulteriore conferma che la vigilanza bancaria non è più una partita nazionale e’ data dalle nuove istruzioni recentemente emanate dalla Banca d’Italia per le segnalazioni di vigilanza degli intermediari finanziari allineando da gennaio la classificazione dei crediti deteriorati alle classificazioni della BCE previste per i crediti NPE.

Il credito deteriorato è ora diventato NON-PERFORMING EXPOSURE, le sofferenze continueranno a chiamarsi sofferenze (infatti le banche soffrono assai di questi tempi sul numero e sulla loro valutazione rettificata), ma abituiamoci a consegnare al vocabolario desueto la parola INCAGLI.

In Italia sono oltre 100 miliardi, ma d’ora in poi si chiameranno INADEMPIENZE PROBABILI (unlikely to pay) una scelta azzeccata e più trasparente che evoca la probabilità non banale che diventino sofferenze.  La definizione di inadempienze probabili va attaccata a tutti quei crediti per i quali la banca (o altro intermediario) giudichi improbabile il rimborso integrale da parte del debitore, senza che la banca faccia ricorso ad azioni, la prima delle quali è l’escussione delle garanzie, se ci sono.

Un maquillage è stato fatto anche ai crediti RISTRUTTURATI che derivano da accordo della singola banca o di tutte le banche insieme. Diventano CREDITI OGGETTO DI CONCESSIONI o Forbearance Credit, ma ora possono essere anche in bonis (Forborne Performing Exposure) se la banca ha fatto qualche concessione variando le precedenti pattuizioni , utile a rimettere in sesto debitore e debito. Oppure possono essere Non-performing exposure with forbearance measures, quando nonostante le concessioni fatte (stralcio di capitale, riduzione d’interesse, allungamento delle scadenze) comunque la probabilità di recupero integrale sia incerta.

Questioni di gergo e termini? Sì e no… le regole di classificazioni ora sono uniformi in Europa e qualcuno nelle banche italiane è stato costretto a imparare l’inglese per riuscire a dialogare con il personale della BCE che chiede informazioni e verrà a fare qualche visita di controllo.

E chi è diventato per sfortuna o imperizia un’inadempiente probabile cerchi comunque di uscire da quella fascia pericolosa, oppure di problemi ne avra’ ben altri, altro che Bad Bank all’italiana.

Testo ripreso da linkerblog.biz – autore: Bolognini_F.

I commenti sono chiusi.