Il fondo di garanzia per le PMI allargato alla copertura dei mini bond

Operativa dal 7 novembre l’estensione degli interventi del Fondo di Garanzia PMI a copertura di mini bond, ovvero alle operazioni di sottoscrizione di obbligazioni o titoli similari emessi da piccole e medie imprese. Le disposizioni operative appositamente aggiornate con le integrazioni relative alla concessione della garanzia su singole operazioni di sottoscrizione di mini bond e le modalità operative relative alla concessione di garanzie su portafogli di mini bond sono state pubblicate sul sito del Fondo di Garanzia per le PMI (Circolare n. 674) e del Ministero dello Sviluppo Economico.

Scadenza

Visto che il decreto del MiSE di concerto con il MEF del 5 giugno 2014 stabilisce che le nuove Disposizioni e Modalità operative entro in vigore il quindicesimo giorno successivo alla loro pubblicazione sul sito Internet del Fondo, le richieste di ammissione per le garanzie su singoli mini bond o su portafogli di mini bond potranno essere presentate a partire dal 7 novembre 2014. Le richieste di garanzia relative ai mini bond dovranno essere inviate al Gestore del Fondo (Banca del Mezzogiorno – MedioCredito Centrale S.p.A.), utilizzando l’apposito modulo inviato mediante fax, posta (raccomandata A/R) o PEC (Posta Elettronica Certificata).

Fondo di Garanzia

Il Fondo di Garanzia per le PMI, lo ricordiamo, è uno strumento istituito con Legge n. 662/96 (art. 2, comma 100, lettera a) con lo scopo di favorire l’accesso al credito delle PMI mediante la concessione di una garanzia pubblica che si affianca e spesso si sostituisce alle garanzie reali portate dalle imprese. Il Fondo può concedere le garanzie fino ad un massimo di risorse impegnate pari a 50 milioni di euro, da ripartirsi per il 40% per le garanzie per singole operazioni di sottoscrizione di mini bond e per il 60% per le garanzie su portafogli di mini bond.

Mini bond

Possono richiedere la garanzia diretta del Fondo, le banche, gli intermediari finanziari e i gestori relativamente a mini bond con le seguenti caratteristiche:

  • finalizzati al finanziamento dell’attività d’impresa;
  • non avere a oggetto la sostituzione di linee di credito già erogate al soggetto beneficiario finale;
  • la sottoscrizione e la messa a disposizione delle somme al soggetto beneficiario finale devono essere successive alla data di delibera del Consiglio di gestione di accoglimento della richiesta di garanzia del Fondo;
  • durata compresa tra 36 e 120 mesi;
  • non essere presenti altre garanzie, reali o assicurative, per la quota coperta dalla garanzia del Fondo;
  • non devono prevedere l’obbligo di conversione.

Articolo ripreso dal sito pmi.it

Per maggiori informazioni consultare il sito del Fondo di garanzia per le PMI.

Siamo un team interdisclipinare di alcuni professionisti che credono nella Consulenza Finanziaria Indipendente. Onesta' e trasparenza al servizio di chi li ricerca. Siamo esperti di Bitcoin, Blockchain e Criptovalute e seguiamo con grande attenzione i trend che definiranno quali saranno gli investimenti vincenti nei prossimi anni.