Crollo dei titoli di stato italiani

Toccato il record assoluto dello spread tra titoli italiani e tedeschi, giunto oggi a 355 punti base.

E un totale di dodici società, dopo i pesanti ribassi della giornata, ad un’ora dalla chiusura delle contrattazioni sono entrate in asta di volatilità , con le quotazioni sprofondate in seguito alle vendite: Intesa Sanpaolo, Banco popolare, Ubi, Fonsai, Mps, Mediaset, A2a, Enel, Fiat, Telecom, Bpm e Finmeccanica.

Molte banche come si vede, pesantemente colpite per avere circa il 50 per cento del debito italiano “in pancia”.

E Finmeccanica, che e’ una societa’ su cui parecchi big del settore difesa sarebbero contenti di fare un’offerta a prezzi da saldo. Da tenere d’occhio perche’ a certe quotazioni sara’ un affare sicuro.

Sara’ un estate calda sui mercati, seguitela con noi.

 

Per saperne di piu', potete inviarci una email a contatto@consulenza-finanziaria.it oppure mandarci un messaggio tramite Facebook 

FB Messenger