Con tutto il crollo di oggi l’indice SPX ha solo testato una resistenza fondamentale nostro commento giornata di Borsa del 1 Novembre 2011

Cari lettori,

come direbbe Shakespeare: tanto rumore per nulla. E questo vale proprio per la giornata borsistica di oggi in cui, con tutto lo strepitare di crolli e disastri vari, l’indice Standard and Poor’s, l’oro, l’argento e anche il rame non hanno fatto altro che testare la resistenza che avevano rotto al rialzo durante le giornate sfavillose della scorsa settimana (lo so che sfavillose non esiste, ma mi pare una bella espressione per descriverle ūüôā

Mi ripeto, lo so, ma la giornata che conta nel breve periodo e’ domani. La FED si fara’ sentire e potrebbe pure dare il via libera definitivo per il super rally natalizio. Statevi accorti e, se non avete posizioni aperte, attendete di leggere le parole di Zio Ben Bernanke.

Unico guastafeste di questo scenario potrebbe essere il dollaro USA che sarebbe sotto resistenza importanti e promette di sfracellare l’Euro per bene. Ma la FED fa presto a sistemare anche lui se occorre.

Noi un po’ incoscientemente rimaniamo short le solite cose: oro, immobiliare, argento e indici vari. Sempre pronti ad obbedire a zio Ben e liquidare tutti gli short se necessario.

Oggi (mercoledi’) sara’ un altro giorno interessante. Lo commenteremo con interesse.

E, come sempre, domani e’ un altro giorno.