Commento giornata di borsa lunedi’ 31 ottobre gran crollo su tutti i mercati

Cari lettori,

come avevamo detto nel nostro commento sulla giornata di venerdi’, il rialzo isterico sulle notizie di un presunto accordo sul default controllato della Grecia non ci aveva convinto.

E oggi si e’ visto che non eravamo gli unici a non essere saliti sul treno dei tori. Dal punto di vista tecnico, il dollaro USA e’ ritornato esattamente dove stava mercoledi’ e quindi la quota 1.39 ritorna a essere il baluardo chiave del dollaro. Sotto quella l’euro potrebbe anche essere veramente nei guai, ma anche qui il mercato ci deve ancora indicare una direzione. Certo il dollaro oggi ha mostrato una forza notevole e darlo per spacciato non e’ una buona idea.

La stessa analisi vale anche per l’indice Standard and Poor’s, che ha chiuso a quota 1253, anche qui la quota chiave che se superata in maniera convinta porterebbe il rally da super panettone natalizio. Anche qui pero’ non ci siamo ancora e dobbiamo vedere cosa accade.

I metalli preziosi triturati per bene oggi anche loro, ma non conta niente.

Domani probabilmente il mercato ci indichera’ una direzione piu’ precisa. Noi comunque rimaniamo short argento, immobiliare e un altro paio di cose, con un po’ piu’ di convinzione rispetto a venerdi’, lo ammettiamo.

E come sempre, domani e’ un altro giorno.