CheBanca vuole eliminare la figura dei promotori finanziari

CheBanca!La banca online di Mediobanca lancia una piattaforma con un’offerta di 1.800 fondi comuni e i servizi di consulenza saranno disponibili solo via web o allo sportello, me non fuori sede con i promotori finanziari.

CheBanca! entra nel mercato del risparmio gestito e lancia una piattaforma online ad architettura aperta con 1.800 fondi di investimento delle principali case di gestione. L’obiettivo della banca diretta di Mediobanca è ambizioso: una raccolta netta di 600 milioni di euro nel 2014 per arrivare a uno stock di 2 miliardi nel 2016.

La nuova offerta online, che si chiama Risparmio Gestito, prevede un unico costo di gestione al posto dei costi di sottoscrizione, uscita o switch, di norma richiesti nell’offerta fuori sede, e tool quali la mappa del risparmio (che divide l’offerta fondi in macrocategorie in base all’orizzonte temporale e all’obiettivo di rischio/rendimento), i video tutorial, un comparatore di fondi, un simulatore di piani di accumulo e una chat. La nuova offerta è disponibile ai clienti titolari di un conto titoli CheBanca! e non è necessario avere un conto corrente, spiega un nota della banca online.

“Finora il mercato del risparmio gestito è stato dominato dalla figura dei promotori che hanno coltivato la relazione con i clienti tramite una presenza fisica. Noi puntiamo a una consulenza fisico-digitale a costi accessibili”, ha spiegato l’a.d. Gian Luca Sichel precisando che per la parte di assistenza allo sportello sono già state formati 100 dipendenti, più altre 100 persone saranno di supporto nell’ambito di una struttura di “multicanalità integrata”. Per il futuro, inoltre, non sono esclusi “modelli ibridi”, flessibili, ora solo alla fase di studio.

 

Articolo ripreso dal sito advisoronline.it – autore: Massimo Morici