Bank of China blocca le transazioni sui derivati delle valute estere

Nostra opinione: se la Cina lancia un segnale del genere noi saremmo molto, molto preoccupati sulla tenuta delle due banche con cui hanno sospeso le transazioni..

Bank of China ha sospeso le transazioni con BNP Paribas e UBS relative ai foreign exchange swaps, ovvero i derivati sugli scambi valutari. Lo riferisce il Wall Street Journal.

La decisione è stata comunicata ai due istituti la settimana scorsa e le transazioni sono state bloccate a partire da ieri. Bank of China, a quanto afferma una fonte vicina alla questione che ha preferito mantenere l’anonimato, avrebbe raggiunto il limite delle proprie linee di credito con alcune banche europee. Si tratta di uno degli istituti cinesi più attivi sul mercato FX, ma non certo di un attore di primo piano nell’abito della finanza globale. Per questo motivo, tale decisione avrà un impatto soltanto moderato sulle banche coinvolte.

Ha valore più che altro come segnale: le banche cinesi – soprattutto in seguito alla crisi del 2008 – vogliono muoversi con prudenza. E, a quanto pare, guardano con seria preoccupazione alla crisi debitoria che sta interessando i Paesi della zona euro. Quest’ultima decisione potrebbe quindi portare ulteriori elementi di allarme sulle piazze finanziarie del Vecchio Continente.

Testo ripreso da valori.it

Per saperne di piu', potete inviarci una email a contatto@consulenza-finanziaria.it oppure mandarci un messaggio tramite Facebook 

FB Messenger