Banconote di Argento indiane

La produzione di banconote d’argento è cominciata nel 2010 a Mumbai.

Sono delle riproduzioni dei soldi di carta e sono denominate a seconda del peso, per esempio la “banconota” da 50 Rs (50 Rupie) pesa 50 grammi (più di 1,6 once troy).

Non sono banconote a corso legale, sono una specie di oggetto da gioielleria, del tipo, un po’ pacchiano, che piace tanto agli indiani.

Sono vendute ad un premium sopra spot piuttosto alto pare, ma la gente le compra.

Per tradizione questo tipo di cose si comprano per le feste come quella del Diwali, come buon augurio di protezione e fortuna per tutta la famiglia (forse dovrebbe iniziare anche l’italiano medio!).

Questa pratica è forte soprattutto nelle zone rurali dell’India dove viene comprato e venduto circa il 60% di tutto l’argento da retail.

La tradizione vuole che per l’arrivo di un figlio, per un matrimonio o per ogni altro evento importante nella vita di una persona si regali dell’argento. Si dona argento anche in visita ad un tempio.

A livello industriale pare che ancora non esista un vero standard e le barre, chiamate choras, siano di pesi e purezze variabili, fra gli 800 e i 1400 grammi l’una. Si fabbricano anche banconote d’argento da 5 e 10 $.

Articolo tratto da ArgentoFisico (argentofisico.blogspot.com)